Quantcast
facebook rss

Donna 80enne uccisa in casa a San Benedetto, arrestata la figlia di 48 anni (Video e foto)

OMICIDIO - L'hanno trovata i sanitari del 118 e la Polizia priva di vita, con diverse ferite da taglio e da corpo contundente, nel suo appartamento di Via della Pace, una traversa di Via Manara. Era un ex professoressa. Le indagini sono coordinate dal procuratore capo della Repubblica di Ascoli Umberto Monti, giunto sul posto. La figlia, rimasta ferita durante l'aggressione, è piantonata nel reparto di Psichiatria dell'ospedale "Madonna del Soccorso". Nei prossimi giorni l'udienza di convalida dell'arresto
...

 

 

di Andrea Ferretti e Maria Nerina Galiè

 

(video e foto di Giuseppe Di Marco)

 

Questa mattina, giovedì 7 luglio, è stata trovata morta in casa, a San Benedetto, una donna di 80 anni, un ex professoressa. La scoperta, nel suo appartamento al civico 25 di Via della Pace, una traversa di Via Manara, è stata fatta dai poliziotti del locale Commissariato, guidati dal dirigente Andrea Crucianelli. L’anziana presentava diverse ferite da taglio e da corpo contundente. Subito dopo sono giunti anche i colleghi della Squadra Mobile della Questura di Ascoli.

 

La figlia di 48 anni è piantonata in ospedale

Evidente dunque la causa: un’aggressione in piena regola, un omicidio. I sospetti degli investigatori si sono subito posati sulla figlia di 48 anni che, al momento, è in stato di fermo in attesa delle decisioni che prenderà il procuratore capo della Repubblica di Ascoli, Umberto Monti, giunto sul posto.

 

A lanciare l’allarme questa mattina sono stati alcuni vicini di casa che hanno sentito grida provenienti dall’abitazione. In Via della Pace sono giunte due ambulanze del 118, ma per la poveretta non c’era ormai più nulla da fare: il medico ha solo potuto constatare il decesso.

 

Il Commissariato di San Benedetto

Contemporaneo l’arrivo di diverse pattuglie della Polizia. L’anziana era riversa a terra. Il sangue ovunque: per terra, sui mobili e sulle pareti. Una scena raccapricciante.

 

Quando sono arrivati i soccorsi, la figlia era in strada sconvolta e insanguinata perchè è rimasta ferita durante la brutale aggressione. Ha anche detto di aver ucciso la madre durante una lite. E’ stata soccorsa e trasportata nel vicino Pronto Soccorso dell’ospedale. Si trova lì, in stato di fermo, piantonata dai poliziotti.

 

Nel frattempo sul luogo del delitto, dopo tutti i rilievi effettuati dai poliziotti della Scientifica, è arrivato l’automezzo delle pompe funebri. Infatti, dopo che il magistrato ha dato disposizione per la rimozione del corpo, la salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di San Benedetto, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

La 48enne dopo essere stata medicata al Pronto Soccorso è stata ricoverata nel reparto di Psichiatria dell’ospedale “Madonna del Soccorso”. La Polizia ora cercherà di capire cosa l’ha spinta ad aggredire la madre fino a ucciderla, ma il quadro che si è delineato fin da subito non ha lasciato molti dubbi a nessuno.

 

Nei prossimi giorni, in occasione della convalida dell’arresto, verrà ascoltata dal magistrato e potrà fornire la propria versione dei fatti.

 

Esterrefatte le persone che abitano nel condominio, così come i vicini di casa e i residenti in Via della Pace (un nome che, alla luce dei fatti, quasi stride) e nella zona. Nulla poteva far presagire a un epilogo così tragico. A detta di alcuni vicini, però, spesso in quella casa c’erano vivaci discussioni.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X