Quantcast
facebook rss

Il “Food Hub Tour” parte dalla Riviera, Pellei: «Il nostro Agroalimentare è realtà strategica»

SAN BENEDETTO - L'iniziativa mira ad esportare le caratteristiche della Riviera in un sistema di mercato nazionale. Accanto alla valorizzazione, ci sarà tempo per sansibilizzare sul tema del caro carburante
...

Francesca Perotti, Domenico Pellei, Roberto Giacomini e Vittorio Bellagamba presentano il “Food Hub Tour”

 

di Giuseppe Di Marco

 

E’ un importante riconoscimento, quello attribuito dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e ForestaliSan Benedetto, che è stata scelta come prima tappa del “Food Hub Tour”, progetto europeo di valorizzazione del patrimonio e dell’attività relativa al settore ittico.

 

A presentare la manifestazione sono l’ad e il presidente del Centro Agroalimentare Piceno (CaaPFrancesca PerottiRoberto Giacomini, l’assessore al bilancio Domenico PelleiGino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche e vicepresidente di Unioncamere.

 

«Questa amministrazione tra i primi atti emessi ha riconosciuto il Centro Agroalimentare società strategica – dice Pellei – non vogliamo disperdere il patrimonio di conoscenza e produttività di questo settore strategico. Questa iniziativa è la conferma che l’intuizione del comune era giusta. Il CaaP è stato scelto dal Ministero dell’Agricoltura come uno dei primi centri 13 del Paese. Non possiamo che accogliere benevolmente questa iniziativa che ci permetterà di accogliere interlocutori nuovi nel comparto ittico. Di fronte ad una crisi legata al settore energetico crediamo che manifestazioni del genere aiutino a sensibilizzare la cittadinanza sui questi temi».

 

Considerando che il “Food Hub Tour” proseguirà su piazze come MilanoRoma, NapoliFirenzeCatania, fondamentali da un punto di vista commerciale, l’idea dell’iniziativa è di valorizzare San Benedetto nella borsa merci del settore ittico, esportandone l’attività su altri mercati. Al contempo, il tour servirà a sensibilizzare cittadini e turisti sulla problematica del caro carburante, che continua ad affliggere la pesca.

 

Ricco il programma previsto per venerdì 15 luglio. Si comincia in Banchina Malfizia dove, dalle 9 alle 12, avrà luogo l’uscita in mare a bordo di un peschereccio, ad una distanza di massimo 2 o 3 miglia dalla costa. Una volta fermi, si potrà pescare con canne ed esche vive. Sull’imbarcazione potranno salire massimo 12 persone, con età minima di 11 anni.

 

Si prosegue sempre in Banchina Malfizia dove, dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 14.45 alle 15.45, si farà visita al peschereccio ormeggiato al porto, durante la quale verranno illustrate le caratteristiche della vita marinara, con la raccolta di rifiuti di plastica in mare. Al termine dell’iniziativa, sarà offerto un aperitivo.

 

Ci si sposterà poi al Museo del Mare dove, alle 17.30, avrà luogo l’iniziativa “Mosse dal vento”, attività di laboratorio durante la quale i bambini potranno dipingere una loro personale vela traendo ispirazione dalle numerose immagini e fotografie osservate nel corso della visita all’interno del polo museale.

 

Infine alle 18, presso la prua della nave da pesca “Genevieve”, ci sarà un convegno dal titolo “Rafforzare nel segno della sensibilità le relazioni commerciali lungo la filiera ittica”, al quale parteciperanno, fra gli altri, il sottosegretario Francesco Battistoni e l’onorevole Lucia Albano. A conclusione dell’evento, alle 21.15 e alle 22.15 andrà in scena una visita tra le opere scultoree del Museo dell’Arte sul Mare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X