Quantcast
facebook rss

“Blue Rotary”, progetto per la disabilità: ecco il software speciale per “L’Orto di Paolo”

ASCOLI - Lodevole iniziativa del club, che consegnato al centro diurno un nuovo dispositivo che aiuta le persone autistiche non verbali ad esprimersi meglio attraverso la Comunicazione Aumentativa Alternativa. Tra gli obiettivi c'è anche quello di preparare chi soffre di disabilità complesse e non collaboranti ad affrontare in modo meno traumatico situazioni particolari come ricoveri ospedalieri, visite ambulatoriali o semplici prelievi di sangue
...

Un momento della consegna

 

di Luca Capponi 

 

Aiutare le persone autistiche non verbali a comunicare meglio attraverso un software di Comunicazione Aumentativa Alternativa. Ma non solo, perché tra gli obiettivi del progetto “Blue Rotary” c’è anche quello di preparare chi soffre di disabilità complesse e non collaboranti ad affrontare in modo meno traumatico situazioni particolari come ricoveri ospedalieri, visite ambulatoriali o semplici prelievi di sangue.

Ed il primo passo, in tal senso, è stato già compiuto con la consegna di un primo tablet al centro diurno L’Orto di Paolo, struttura benemerita che tra le attività svolte annovera pure l’assistenza ai soggetti autistici.

Il tutto grazie alla volontà di Lisa Ruhe, consorte del Governatore 2021- 2022 del “Distretto 2090”, Gioacchino Minelli, la quale ha dato il via alla collaborazione dei club Rotary per rendere concretamente possibile, tramite donazioni e raccolta fondi, l’acquisto dei 30 dispositivi  comunicatori, tablet muniti di specifici software, da donare ad Angsa Marche-Umbria-Abruzzo e Molise, al Centro Regionale Autismo Adulti delle Marche ed al Centro diurno “La Semente” di Spello.

Dunque, l’incontro avvenuto giovedì nella struttura ascolana è servito anche per fare il punto sul lodevole progetto. Compito di Annastasia Fiengo, Vinicio Alessandroni ed Elena Bianchini del Centro Regionale Autismo Adulti, della presidente dell’Associazione Nazionale Genitori Persone Autistiche Marche, Antonella Foglia, e dell’istruttrice de “L’Orto di Paolo” Maura Gionni. Per il Rotary, invece, c’erano Paolo Petronio e Stefano Babini, rispettivamente presidente della sezione ascolana del club ed assistente del Governatore per il 2021-2022.

«L’utilizzo del software verrà esteso anche alla normale vita di tutti i giorni ed i dispositivi potranno essere utilizzati per far comunicare i ragazzi di centri diversi creando una rete di relazioni personali -spiega Babini-. “Blue Rotary” non si esaurisce con la fornitura dei primi dispositivi, poiché ha creato le condizioni per approvvigionarne altri a condizioni favorevoli. Inoltre, il testimone dell’iniziativa potrà essere raccolto dai nuovi presidenti. Durante la visita abbiamo apprezzato l’altissimo valore dell’impegno del Centro “L’Orto di Paolo”, la qualità del rapporto tra ragazzi ed istitutori, il tutto in un clima di grande professionalità e di dedizione al servizio. Una giornata importante, che ha permesso di far meglio conoscere e comprendere a molti la tematica dell’autismo.».

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X