Quantcast
facebook rss

Lutto ad Ascoli per la morte dell’avvocato Francesco Marozzi

ERA STATO presidente dell'Ordine provinciale degli avvocati, ma anche capogruppo comunale dell'allora Partito Comunista e anche consigliere regionale
...

 

L’avvocato Francesco Marozzi (Foto Spot)

Ad Ascoli si è spento all’età di 75 anni l’avvocato Francesco Marozzi, ex presidente dell’Ordine provinciale degli avvocati e con numerosi incarichi ricoperti in politica nel corso della sua vita. Fu anche capogruppo in Consiglio comunale dell’allora Partito Comunista e consigliere regionale.

 

Questo il ricordo del Partito Democratico, attraverso le parole del segretario provinciale Francesco Ameli:

 

“L’avvocato Francesco Marozzi è stato un uomo politico di grande rilievo nella città di Ascoli ed in tutta la comunità picena. Dirigente del Partito Comunista Italiano, ha assunto ruoli di direzione nella Federazione Picena di cui è stato segretario provinciale, impegnato nella città di Ascoli come consigliere comunale e nella Regione Marche dove ha ricoperto il ruolo di consigliere regionale dal 1980 al 1990.

 

Uomo di grande intelligenza ed acume politico, ha rappresentato in quegli anni all’interno del Partito le posizioni più aperte caratterizzanti il socialismo democratico e riformista, impegnandosi in prima persona, all’inizio degli anni ’90 nella componente migliorista, nella svolta epocale che portò al Congresso di Rimini del 1991 che sancì il superamento del Pci e la nascita del Partito Democratico della Sinistra, prima tappa del percorso di avvicinamento del più grande partito della sinistra italiana verso le posizioni più orientate verso la socialdemocrazia europea.

 

Questa sua attitudine all’apertura non solo ideologica ma anche pragmatica verso il dinamismo della società in evoluzione, la manifestò con la stessa vivacità nella direzione politica della Federazione Picena, da egli caratterizzata anche con lo stimolo alla formazione di una nuova classe dirigente che negli anni successivi ha assunto ruoli di grande rilievo nella società picena, in una forte condivisione territoriale che ha rappresentato la forza vincente della sinistra nel piceno.

 

Non si è mai tirato indietro nel confronto politico, a volte aspro anche all’interno del Partito, che in alcuni momenti ha sfiorato la lacerazione senza degenerare nel frazionismo anche quando le sue posizioni politiche confliggevano con quelle della parte maggioritaria del Partito; la sua visione unitaria dell’azione politica, pur in un quadro di forte dialettica interna, è sempre stata il riferimento del suo impegno, anche grazie alla sua continua ed approfondita elaborazione culturale.

 

Una figura di dirigente politico che resterà sempre nel ricordo della sinistra picena, da prendere ad esempio quando si vuol far riferimento alla buona politica, al significato profondo dell’impegno serio, critico e ragionato, com’è sempre stato quello del compagno Francesco Marozzi che salutiamo con grande affetto.

 

Esprimiamo alla sua famiglia i sentimenti di profondo cordoglio di tutta la comunità del Partito Democratico Piceno”.

 

Oggi, mercoledì 27 luglio, la cerimonia funebre in forma laica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X