Quantcast
Fratelli d'Italia
facebook rss

Locale aperto nonostante il divieto del questore: scattano i sigilli

 SAN BENEDETTO - Un provvedimento della Questura di Ascoli aveva imposto la chiusura del dieci giorni, ma l'attività non si era fermata fino al sequestro preventivo emesso dal Tribunale dopo ulteriori controlli di Polizia e Carabinieri
...

 

Doveva restare chiuso per dieci giorni, ma l’attività proseguiva nonostante il divieto del questore: scattano i sigilli da parte del Tribunale. Accade a San Benedetto dove sono state forzatamente abbassate le serrande di un noto esercizio commerciale del centro. A eseguire il sequestro preventivo del locale, emesso dal Tribunale di Ascoli, sono stati i poliziotti del locale Commissariato e i carabinieri della locale Compagnia.

Il Tribunale di Ascoli

 

Il locale continuava ad esercitare la propria attività nonostante l’ordine del questore che l’aveva chiusi per dieci giorni perchè, da quando l’ordinanza del Comune avevano stabilito la chiusura dalle ore 3 alle 6 del mattino dei locali che somministrano alimenti e bevande, questo continuava a non rispettare l0ordinanza, come più volte accertato sia dalla Polizia che dai Carabinieri. In un primo momento era scattato il provvedimento di chiusura di dieci giorni.

 

L’inottemperanza ha poi comportato ulteriori denunce dopo i controlli delle Forze dell’ordine, fino al sequestro preventivo che si è reso necessario per interrompere la reiterazione del reato.

 

Lo ha emesso il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Ascoli su richiesta della Procura della Repubblica. Sono stati dunque apposti i sigilli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X