Quantcast
facebook rss

Bocce sportive, una settimana “Major”

SPORT - Mentre dai Campionati regionali giovanili arriva un oro dal giovane lamense Emiliano Giovannucci, il Piceno è stato capitale delle bocce sportive con l’antipasto nazionale a Castel di Lama e la gara di Alto Livello classe Major a San Benedetto
...

Emiliano Giovannucci (La Sportiva Castel di Lama) neo campione regionale Under 15

 

di Tiziano Vesprini

 

Il movimento sportivo delle bocce del Piceno festeggia il titolo regionale under 15 maschile (Tiro di Precisione) conquistato da Emiliano Giovannucci, portacolori della Bocciofila La Sportiva di Castel di Lama. Non solo, ma il territorio ha ospitato anche l’antipasto nazionale a Castel di Lama e la gara di Alto Livello classe Major a San Benedetto.

 

SAN BENEDETTO

 

L’appuntamento clou è stato quello organizzato nella Riviera delle Palme, con la Bocciofila Sambenedettese, presieduta da Silvano Evangelisti, ad organizzare la gara nazionale a coppie di Alto Livello,  “46° Gran Premio Città di San Benedetto, che quest’anno si ulteriormente alzato di livello essendo inserito dalla Federbocce Nazionale nel calendario di classe “Major”, cioè tra le 10 più importanti d’Italia, con tantissimi punti in palio e con un superlativo montepremi sia per la coppia vincitrice, che per le altre salite sul podio.

 

Prima volta da “major” sia per la Bocciofila Sambenedettese, ma anche prima volta per l’intero movimento Fib Marche che ha richiamato sulla costa picena tutti i migliori giocatori del ranking nazionale.

 

Vista la partecipazione di tutti i big, di cui diversi già vincitori di maglie tricolori, europee ed iridate mondiali, tutte le partite sono state molto spettacolari e di altissimo livello tecnico che hanno messo fuori gioco nelle fasi eliminatorie diversi nomi illustri. Ma ad aggiudicarsi il Gran Premio San Benedetto del Tronto ed a trionfare, nell’ennesima gara stagionale, sono stati il campione del mondo in carica Gianluca Formicone in coppia con l’altro campione corregionale abruzzese, Marco Di Nicola, a difendere però i colori della società bergamasca Vip Credaro.

 

La coppia vincitrice, ha dovuto però sudare le proverbiali “sette camice” per portare a casa questa vittoria, in una finale che non è sbagliato definire forse la loro miglior partita della stagione, almeno tra quelle viste sul territorio marchigiano.

 

Finale con il fortissimo duo abruzzese che si sono trovati di fronte la miglior coppia marchigiana formata dai pesaresi Silvano Girolimini e Davide Paolucci (Colbordolo) con questi ultimi ad allungare sugli avversari nella prima parte di gara e con i primi che in questa fase altro non possono che limitare i danni. Seconda parte dell’incontro decisivo, dove esce fuori la regolarità di gioco dei due campioni abruzzesi bravi a non commettere mai errori gravi ciò che invece accade, anche se in qualche rara occasione, ai portacolori marchigiani così che il match inverte la rotta e vede la vittoria, dieci a otto, della coppia teramana su quella pesarese. Podio completato dalle due formazioni battute in semifinale: i campani Francesco Santoriello e Antonio Noviello (Enrico Millo Salerno), sconfitti dal team poi vincitore e i maceratesi Luca Sabbatini e Leonardo Stacchiotti (Montesanto Potenza Picena). Sia i salernitani che i ragazzi della squadra di Potenza Picena hanno perso soltanto 10-8 le rispettive partite di semifinale giocando un torneo eccezionale. Controllo tecnico della gara affidata a Mauro Capponi, Emidio Poli e Gianluca Gagliardi dell’Aiab (Associazione Italiana Arbitri Bocce) della Fib Ascoli-Fermo.

 

Presenti numerose autorità, sportive e istituzionali: i presidenti della Federazione Italiana Bocce nazionale Marco Giunio De Sanctis, della Fib Marche Corrado Tecchi e della Fib Ascoli-Fermo Antonio Fabiani, la delegata provinciale del Coni Cristina Celani, il consigliere regionale Andrea Assenti, l’assessore allo sport di San Benedetto Cinzia Campanelli. Tra gli altri anche i giornalisti Sky Maurizio Compagnoni e Vanessa Leonardi.

 

CASTE DI LAMA

 

La locale Bocciofila La Sportiva, presieduta da Emiliano Cinaglia, precedendo l’appuntamento sambenedettese, ha organizzato il “Memorial Fratelli Oddi”, gara nazionale a coppie, per così dire normale, ma sempre di alto livello tecnico che ha visto la partecipazione di 82 formazioni di tutte le categorie, di cui 52 della massima categoria  A, agli ordini del direttore di gara Davide Matteocci.

 

Competizione lamense anche questa molto avvincente ma alla fine pronostico confermato visto il successo finale dei campioni abruzzesi Alfonso Nanni e Giuliano Di Nicola (Boville Roma) che nel derby finale tra società romane hanno vinto su  Antonino Di Franco ed Ernesto Macioci (Fortitudo Roma). Argento per le due formazioni sconfitte in semifinale, quella partenopea con Luigi Coppola e Mauro Alfonso (Kennedy Napoli) e il duo ascolano della Bocciofila Salaria di Monteprandone Giuseppe Pierantozzi e Franco Capecci. In evidenza anche la coppia di casa Renato Gagliardi e Sandro Cicconi (La Sportiva Castel di Lama) e quella della Bocciofila Comunanza composta da Giovanni Ferretta Tidei e Giovanni Innocenzi, bravi ad arrivare ai quarti di finale.

 

I premiati della gara di San Benedetto

I vincitori della gara di San Benedetto

I secondi classificati della gara di San Benedetto

Il presidente della FIB Marche

I vincitori della gara di Castel di Lama

Coppia terza classificata a San Benedetto

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X