Quantcast
facebook rss

Ballarin, i tifosi superano le 2.000 firme per la salvezza della curva sud

SAN BENEDETTO - L'Amministrazione comunale affida il restyling a Guido Canali, ma il comitato La Fossa dei Leoni non arretra di un centimetro e preme affinché in futuro la curva sud venga preservata da eventuali demolizioni
...

L’ex stadio “Fratelli Ballarin”

 

di Giuseppe Di Marco

 

L’obiettivo è salvare la storica curva sud dell’ex stadio Ballarin, e per ottenerlo i tifosi della Sambenedettese hanno superato quota 2.000 sottoscrizioni alla raccolta firme avviata lo scorso maggio.

 

Negli stessi giorni in cui l’Amministrazione comunale affida ufficialmente l’incarico del restyling all’archistar Guido Canali, il popolo rossoblù torna alla carica chiedendo di essere ascoltato ed esaudito: il manufatto a sud dell’impianto, per i tifosi, è un vero e proprio pezzo di storia, e anche se in questa prima fase progettuale si metterà mano solo al rettangolo di gioco, è anche chiaro che in futuro l’argomento verrà riproposto, se è vero che il Ballarin deve essere trasformato in un punto di riferimento della città.

 

Il problema è reale: da una parte, i tecnici di Viale De Gasperi sarebbero d’accordo a smantellarla, e così anche buona parte della maggioranza. Inizialmente infatti i piani erano questi, e Canali era stato scelto anche per la sua grande esperienza nella smaterializzazione dei volumi.

 

In questo momento, però, il sindaco Antonio Spazzafumo è riuscito a calmare le acque, assicurando alla cittadinanza che il primo intervento riguarderà esclusivamente l’area verde all’interno del perimetro. Per ora, dunque, non verrà discusso il problema rappresentato dalla curva, e nemmeno quello della viabilità, che a più riprese ha fatto discutere maggioranza e minoranza sull’opportunità di spostare l’intera carreggiata ad ovest.

 

Nei piani del Comune, infatti, ci sarebbe il trasferimento di entrambe le corsie in parallelo a Via Morosini, ma ad est del muro protetto da vincolo storico. Gli abitanti di Via Morosini, ad ogni buon conto, hanno già esposto le proprie ragioni al sindaco, avviando una raccolta firme con l’appoggio del consigliere Stefano Muzi per evitare che la strada venga trasformata in un’arteria di traffico.

 

«Faccio appello all’amministrazione affinché in futuro, tolta questa prima fase, esaudisca i residenti di zona – dice il capogruppo di Forza Italiai presupposti per fare un buon lavoro ci sono tutti, quindi è giusto farsi carico dei problemi di tutta la città».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X