Quantcast
facebook rss

Visite cardiologiche pediatriche: ambulatori anche nel Piceno per abbattere le liste di attesa regionali

SANITA' - L’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona ha predisposto un piano che prevede la collaborazione di Asur e, quindi, il coinvolgimento delle Aree Vaste di tutte le Marche
...

 

Gli ospedali “Mazzoni” di Ascoli e “Madonna del Soccorso” di San Benedetto

 

La criticità che si era creata nelle Marche in fatto di visite cardiologiche pediatriche, con liste di attesa difficili da smaltire con il solo ambulatorio specializzato ad Ancona, potrebbe essere vicina alla soluzione, con l’apertura delle liste anche in altri centri delle Marche, tra cui anche Ascoli e San Benedetto.

 

«Le prestazioni urgenti sono tutte garantite – affermano dall’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona – e anche quelle con priorità B (breve, da erogare entro 10 gg) si svolgono nella quasi totalità dei casi entro i tempi previsti dalla norma.

 

Chiamando il Cup oggi, 7 settembre, per le “prime visite cardiologiche” le prime disponibilità sono il 13 e il 15 settembre, anche se non in provincia di Ancona.

 

I pazienti nelle liste di preappuntamento, le liste di garanzia in cui vengono inseriti i pazienti che non hanno trovato posto nei tempi previsti, sono ad oggi una cinquantina e vengono ricontattati in 2, massimo 3 giorni».

 

L’azienda dorica da qualche tempo ha infatti predisposto un piano che prevede la collaborazione di Asur e, quindi, il coinvolgimento delle Aree Vaste di tutte le Marche.

 

«L’Asur – sottolinea il centro ospedaliero anconetano – concorre attraverso i percorsi di presa in carico, che le pediatrie attivano con il coinvolgimento dello specialista cardiologo per una prima valutazione.

 

Per quel che riguarda il territorio sono stati attivati ambulatori di cardiologia pediatrica con 6 posti a settimana ad Ascoli, San Benedetto, Fermo, 8 a Macerata, 4 a Civitanova. E’ attivo anche un ambulatorio all’Ospedale di Fabriano che non è a Cup ma per la presa in carico dei pazienti dopo le prime visite.

 

Come previsto è in corso di implementazione l’assunzione di figure professionali con competenze nella cardiologia pediatrica.

 

Problematica da superare resta quella legata alla carenza del personale che la direzione degli Ospedali Riuniti ha già tentato di risolvere in vari modi, non ultimo l’espletamento di concorsi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X