Quantcast
facebook rss

Rapina all’ufficio postale di Sant’Egidio, è caccia al malvivente: posti di blocco anche nell’Ascolano

IL MALVIVENTE indossava un casco integrale ed ha esibito una pistola, che potrebbe essere "giocattolo". Si è dileguato a bordo di una moto. Indagano i Carabinieri di Teramo che hanno coinvolto anche i colleghi del Piceno
...

 

Casco integrale e pistola: così si è presentato un uomo all’ufficio postale di Sant’Egidio alla Vibrata, (frazione Paolantonio), nel Teramano al confine con l’Ascolano.

 

Intorno alle 13,30, sotto la minaccia dell’arma, che gli inquirenti ipotizzano sia “giocattolo” (ma gli impiegati non potevano saperlo), il malvivente si è fatto consegnare il denaro contenuto nella cassa per un ammontare di  5.000 euro circa.

 

Al momento dei fatti nell’ufficio non c’erano clienti. Il rapinatore si è dileguato a bordo di una moto, di cui gli investigatori non conoscono marca e modello.

 

I Carabinieri del Nucleo Operativo di Teramo si sono messi subito in moto per dare un nome ed un volto all’autore della rapina. Stanno infatti controllando le immagini delle telecamere dell’ufficio postale e della zona circostante. Sono stati sentiti testimoni ed effettuati i rilievi all’interno dell’ufficio.

 

Subito dopo l’allarme sono stati attivati posti di blocco sia da parte dei Carabinieri che delle altre Forze di Polizia. I posti di blocco hanno interessato anche l’Ascolano, in particolare le vie di collegamento tra Marche e Abruzzo, con il coinvolgimento dei Carabinieri del Comando provinciale piceno. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X