Quantcast
facebook rss

Famiglie in difficoltà con l’affitto, bando del Comune che tira fuori 80.000 euro

ASCOLI - Pubblicato quello per l'erogazione di contributi a sostegno del canone di locazione. La cifra di cui si fa carico l'Amministrazione si somma a quelle della Regione e dello Stato. Domande entro il 20 ottobre. Le parole del sindaco Fioravanti e dell'assessore Brugni
...

 

Ad Ascoli un aiuto concreto alle famiglie che vivono situazioni di difficoltà economiche arriva dall’Amministrazione comunale, che ha pubblicato il bando per l’erogazione di contributi a sostegno del canone di locazione. Le persone che vivono in affitto e posseggono determinati requisiti possono già presentare la domanda (fino al 20 ottobre 2022) per poter accedere al beneficio.

 

La domanda di contributo, in forma di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, deve essere presentata, a pena di esclusione, utilizzando gli appositi modelli scaricabili dal sito internet www.comune.ap.it e in distribuzione gratuita presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Ascoli (Piazza Arringo) consegnandolo a mano dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 12, martedì e giovedì dalle 15 alle 17), oppure spedire via pec a “comune.ap@pec.it” o mail a “protocollo@comune.ap.it”.

 

Per fare domanda, tra le altre cose, bisogna avere un contratto di locazione regolarmente registrato, un canone mensile non superiore a 700 euro (al netto degli oneri accessori), la residenza nel Comune di Ascoli e un reddito del nucleo familiare il cui valore Isee non sia superiore a 6.085,43 euro (per la fascia A, per un contributo massimo di 3.042,72 euro) o 12.170,86 euro (per la fascia B, per un contributo massimo di 1.521,36 euro).

 

Il sindaco Marco Fioravanti e l’assessore Massimiliano Brugni

«Di fronte all’attuale situazione – ha detto il sindaco Marco Fioravanti – abbiamo deciso di farsi carico dei problemi delle famiglie ascolane, mettendo in campo un intervento per chi paga un canone di locazione e si trova a dover fare i conti con difficoltà economiche. Per questo abbiamo messo sul piatto 80.000 euro di fondi comunali, che si sommeranno a quelli della Regione e dello Stato».

 

«Siamo da sempre attenti – ha aggiunto l’assessore ai Servizi sociali Massimiliano Brugni – alle famiglie fragili e pone particolare attenzione sulle politiche abitative, che oggi rappresentano uno dei problemi principali. Con questo bando andremo ad aiutare chi vive in affitto in un momento estremamente complicato in cui si aggiungono anche la crisi ucraina e l’aumento dei prezzi e delle bollette. Fattori che portano a un aumento delle criticità e delle fragilità all’interno del tessuto sociale, che vogliamo contrastare tenendo alta l’attenzione su queste problematiche».

 

Info: Ufficio politiche abitative 0736.298562, Ufficio relazioni con il pubblico 0736.298916 / 298917 / 298910 / 298969

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X