Quantcast
facebook rss

Ascoli e la lotta partigiana, il 79° anniversario si celebra prima in città e poi a San Marco

ASCOLI - Lunedì 3 ottobre le cerimonie di Piazza Simonetti e Piazza Roma. Quindi la deposizione delle corone d'alloro anche al Cippo e al Sacrario dei Caduti. Il ricordo di un giorno che ha segnato la storia di una città e di una provincia entrambe insignite della medaglia d'oro al valor militare per attività partigiana. Ecco il programma
...

 

La deposizione della corona al Cippo dei Caduti

Come ogni anno il 3 ottobre verrà celebrato a Colle San Marco – al Cippo e poi al Sacrario dei Caduti – luogo simbolo della Lotta Partigiana e della lotta armata degli ascolani contro nazisti e fascisti.

 

Lunedì ricorre il 79° anniversario, un giorno storico e importante per Ascoli. Come afferma l’Anpi, l’associazione partigiani d’Italia “tutti gli ascolani devono essere fieri e orgogliosi di appartenere ad una città insignita nel 2001 della Medaglia d’Oro al Valor Militare per attività partigiana e ad una Provincia, anch’essa decorata con la stessa onorificenza nel 1976”.

 

Gianfranco Pagliarulo (Anpi nazionale)

La nostra base fondante – prosegue l’Anpi – sono i valori costituzionali della Repubblica democratica, e per questo facciamo un appello a tutti i cittadini per una presenza massiccia a Colle San Marco per ricordare degnamente questo giorno e la Resistenza ascolana”.

 

A partire dalle ore 10,15, oltre alle autorità civili, militari e religiose al Sacrario Partigiano di Colle San Marco sarà presente, per la prima volta, il presidente nazionale dell’Anpi Gianfranco Pagliarulo.

 

Il sindaco Fioravanti e Perini (Anpi) al Sacrario

La manifestazione è organizzata insieme alla Provincia e al Comune di Ascoli. Si comincia alle ore 9 con la deposizione della corona d’alloro in Piazza Simonetti, alle 9,15 omaggio al monumento ai Caduti di Piazza Roma. Poi tutti a San Marco: alle 10 la deposizione della corona sul Cippo e poi sul Sacrario dei Caduti per la Resistenza. Interverranno e prenderanno come di consueto la parola, il prefetto di Ascoli Carlo De Rogatis, il presidente della Provincia Sergio Loggi, il sindaco Marco Fioravanti, il presidente dell’Anpi provinciale Pietro Perini. Al termine la messa all’aperto.

 

Sergio Loggi

«Come presidente della Provincia – dice Sergio Loggi – per la prima volta ho l’onore di rappresentare l’ente insignito della medaglia d’oro al valore militare in questa data solenne per il nostro territorio. Si rinnoverà l’omaggio verso quanti si sacrificarono per l’affermazione degli ideali di democrazia e libertà».

 

La deposizione della corona al Cippo dei Caduti

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X