Quantcast
facebook rss

Ascolano di 32 anni rapina una pasticceria armato di un coltellino: bottino 600 euro, fugge ma viene arrestato dai Carabinieri

E' ACCADUTO a Castel di Lama. Conosciuto alle Forze dell'ordine, da qualche tempo vagava senza fissa dimora. Scattato l'allarme, sono state le immagini della videosorveglianza a permettere ai militari dell'Arma di risalire subito a lui. Dopo le manette si sono aperte le porte del carcere del Marino
...

 

di Andrea Ferretti

 

Ieri giovedì 6 ottobre ha rapinato una pasticceria, poi è fuggito, è stato rintracciato e arrestato dai Carabinieri ed ora si trova in una cella del carcere di Marino del Tronto. Protagonista un ascolano di 32 anni, conosciuto alle Forze dell’ordine per i suoi precedenti penali, il quale da qualche tempo vagabonda per il territorio, senza fissa dimora, arrangiandosi qua e là.

 

Stavolta ha pensato bene di compiere una rapina. Ha scelto una pasticceria di Castel di Lama e lì si è presentato armato di un coltellino multiuso. Per fortuna non un fucile a pompa con il colpo in canna, ma sempre di rapina a mano armata si tratta.

 

Una volta che si è fatto consegnare il denaro dalla commessa, circa 600 euro, è fuggito all’esterno e, a piedi, si è diretto vero un vicino supermercato.

 

Immediato l’allarme al 112 così come immediato è stato l’intervento dei Carabinieri della Compagnia di Ascoli, guidata dal capitano Oscar Caruso, che con le varie Stazioni del territorio sono impegnati 24h nel servizio di controllo, recentemente potenziato soprattutto nelle ore serali e notturne.

 

I militari dell’Arma, compresi anche uomini del reparto investigativo guidati dal maggiore Pietro Fiano, si sono precipitati sul posto ascoltando per prima cosa il racconto della dipendente della pasticceria che era stata costretta a consegnare il denaro al rapinatore. Era presente anche un’altra persona che ha confermato quanto accaduto poco prima.

 

Il rapinatore era fuggito in direzione di un supermercato che si trova vicino alla pasticceria. A quel punto i Carabinieri hanno preso subito visione dei filmati registrati dalle videocamere di sorveglianza dello stesso supermercato ed hanno individuato la persona da rintracciare e arrestare. Così è avvenuto: il 32enne aveva addosso gli stessi abiti usati per la rapina, il coltellino e parte del denaro rubato.

 

E’ stato arrestato in flagranza di reato per rapina aggravata e messo a disposizione della Procura della Repubblica di Ascoli che ha chiesto al giudice per le indagini preliminari la convalida dell’arresto. Dopo che questa è avvenuta è scattata l’applicazione della misura cautelare in carcere. Nel corso della udienza di convalida il 32enne potrà ovviamente fornire la propria versione dei fatti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X