Quantcast
facebook rss

Carabinieri Ascoli: Pietro Fiano promosso maggiore

ASCOLI - Nella caserma "Piermanni" a consegnare i nuovi gradi al comandante del Nucleo investigativo è stato il comandante provinciale colonnello Giorgio Tommaseo
...

Il maggiore Pietro Fiano (a destra) con il colonnello Giorgio Tommaseo

 

Nuova ambìta promozione al Comando provinciale dei Carabinieri di Ascoli dove sulla divisa di Pietro Fiano non ci saranno più i gradi di capitano ma quelli di maggiore. Fiano, comandante del Nucleo investigativo, è laureato in Scienze dell’Amministrazione, Giurisprudenza e con un Master di primo livello in “Security ed Intelligence”. E’ sposato e ha una figlia.

 

E’ giunto ad Ascoli nel 2020 e per lui fu un battesimo di fuoco: l’omicidio di Franco Lettieri, ex collaboratore di giustizia, che si è conclusa con gli arresti di un minorenne e dello zio, poi condannati a 11 e 14 anni di  carcere. Un’altra importante attività, la cui eco ha abbondantemente superato i confini provinciali e regionali, sono state le operazioni “Green Pack” e “Green Pack 2”: false vaccinazioni, finti tapponi, due medici (uno di Ascoli e uno di Grottammare) in manette e decine di persone indagate.

 

Fiano proveniva dal ruolo degli ispettori con una lunga carriera in Calabria e anche due missioni all’estero. Ha poi comandato la Tenenza di Melito (Napoli), il Nucleo operativo e radiomobile di Teramo, la Compagnia di Avezzano.

 

L’ufficializzazione del passaggio di grado si è svolta con una breve cerimonia nella caserma “Piermanni” di Ascoli dove il comandante provinciale colonnello Giorgio Tommaseo gli ha consegnato i nuovi gradi di maggiore.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X