Quantcast
facebook rss

Emma Fabini, il ricordo salvato: il concorso premia quattro studenti del Liceo Rosetti

SAN BENEDETTO - Nel nome della 14enne che fu tra le vittime della "Strage della Lanterna Azzurra", la discoteca di Corinaldo (Ancona) dove l'8 dicembre 2018 persero la vita sei persone
...

 

Nel nome di Emma, che amava scrivere e trovare parole per i suoi pensieri e le sue emozioni, quattro studenti del Liceo Scientifico “Rosetti” di San Benedetto si sono distinti nel concorso nazionale nel nome Emma – “Il ricordo salvato” – collocandosi al secondo, terzo, quarto e quinto posto nella rosa dei primi cinque premiati.

 

La cerimonia conclusiva della seconda edizione del concorso si è svolta il 30 settembre 2022, il giorno in cui Emma Fabini avrebbe compiuto 18 anni, alla Rotonda di Senigallia. Rivolto agli studenti delle scuole secondarie di tutta Italia, è stato voluto dai genitori della ragazza, una delle sei vittime della “Strage della Lanterna Azzurra” avvenuta a Corinaldo (Ancona) l’8 dicembre 2018. Con Emma, che aveva 14 anni, morirono altre due ragazze di 14 e 15 anni, una donna di 39 e due ragazzi di 15 e 16 anni.

 

“Quale ricordo salveresti della tua vita? Cosa vorresti non far svanire dalla tua memoria? Che sia un’esperienza di gioia o di dolore, di odio o di amore, trasformala in una storia… per non dimenticare.” Questa la traccia elaborata da Lorenzo Paciello della classe 3^M con “L’ultima palla” (2° classificato). Poi Federico Bruni della  3^B con “Il Luogo che ci appartiene” (3° classificato), Rebecca Camela della 4^M con “Il passato ritorna quando meno te lo aspetti” (4° posto) e Anna Recchi della 3^M con “Non ti racconterò mai di come mi sono sentita in quel momento” (5° posto).

 

I ragazzi del Rosetti hanno lavorato con passione e sentimento nel corso del laboratorio di scrittura coordinato dalla professoressa Adelia Micozzi, per dare voce a personaggi e situazioni diversi, accomunati però dalla volontà di non dimenticare, la stessa dei genitori di Emma Fabini, cui rimangono anche i racconti, le pagine di diario, i pensieri lasciati dalla loro figlia, ora raccolti in un libro dal titolo “I ricordi non salvano le lacrime”.

 

A questo ha fatto seguito, grazie al contributo dell’associazione “Gli amici di Emma” e alla collaborazione del Comune di Senigallia, la scuola di scrittura creativa “Genius” e la casa editrice “Zefiro”, l’ideazione del premio letterario sul tema del ricordo che ha coinvolto cento ragazze e ragazzi di varie scuole d’Italia. Forte la partecipazione di quelle marchigiane. In palio buoni acquisto per libri, la possibilità di frequentare un corso di scrittura creativa offerto dalla scuola “Genius”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X