Quantcast
facebook rss

Un tuffo nel Medioevo con il tiro con l’arco

ANCORA in evidenza l'associazione Arcieri Storici di Spinetoli Pagliare del presidente Antonio Vagnoni, protagonista al "Torneo del Cerro" a Cerreto di Montegiorgio (Fermo)
...

Gli arcieri dell’Arco Avis Spinetoli-Pagliare a Cerreto

 

di Gabriele Vecchioni

 

(foto di Marcello Concettoni)

 

Si è svolto il “1° Torneo del Cerro” a Cerreto di Montegiorgio (Fermo), sfide amichevoli di tiro con l’arco storico che ha ripopolato le vie del piccolo borgo medievale. La manifestazione si è svolta lungo un percorso di dieci bersagli dislocati in tutto il borgo, realizzati grazie all’impegno dell’associazione arcieri storici “Arco Avis Spinetoli Pagliare” il cui presidente è Antonio Vagnoni, rappresentata a Montegiorgio da un gruppo di arcieri guidati da Giuseppe Paciotti, istruttore di primo livello dell’Accademia italiana di tiro con arco storico e tradizionale.

 

Gli arcieri si preparano alla gara

La gara si è svolta nel suggestivo centro storico della frazione montegiorgese di Cerreto, in quello che era il castrum, cioè l’antico castello, tra le costruzioni ormai abbandonate ma ancora piene di un fascino antico. Il nome del borgo è un fitonimo, legato a quello di una quercia, il cerro, abbastanza diffusa sul territorio e ricordata nell’antico stemma comunale. Il toponimo più antico, Ripa cerreto, inseriva anche la caratteristica del centro, costruito su un rilievo scosceso (una “ripa”).

 

Preziosa è stata la collaborazione con l’associazione “Rivivi Cerreto”, organizzatrice della storica manifestazione “Cerreto Medievale” che per anni si è svolta nel borgo nel mese di maggio raccogliendo ogni volta un grande successo, con un cospicuo numero di presenze.

 

La gara è durata tutta la mattinata durante la quale un centinaio di persone, arcieri provenienti da diverse regioni del centro Italia e turisti, e alla presenza del sindaco di Montegiorgio, Michele Ortenzi, hanno potuto godere di una giornata di sport e divertimento, riscaldata dal un bel sole autunnale. Nel borgo era stato istituito anche un punto di ristoro (il food truck “Gli Itineranti” di Massi e Sonia).

 

Alla fine della competizione le premiazioni che si sono svolte sotto l’arco di ingresso di Cerreto, sopra il quale spicca lo stemma dell’antico castello di Ripa Cerreto. Ai vincitori sono andati premi offerti da “Gm Minuterie metalliche” e dall’azienda agricola “La Pila”.

 

La piena riuscita della manifestazione, dove il nobile sport del tiro con l’arco si è associato alla riscoperta e valorizzazione dei piccoli borghi storici del nostro territorio, e la consistente partecipazione di spettatori interessati lasciano sperare in una futura replica dell’evento.

 

(ha collaborato Federica Paciotti)

 

In alto: Antonio Vagnoni, la montegiorgese Pamela Verdini, il sindaco di Montegiorgio Michele Ortenzi e l’istruttore Giuseppe Paciotti del distaccamento Arco Avis di Montegiorgio. In basso: con Franco Campioni (secondo da sinistra) vice presidente della Federazione Italiana Arco Storico

Una visita dello storico dell’arte Vittorio Sgarbi alla chiesa cerretana di Santa Maria delle Grazie. In alto: gli Errabundi Musici, colonna sonora del Festival medievale (foto da “Quaderni Montegiorgesi n. 18”)

 

Uno scorcio di Cerreto


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X