Quantcast
facebook rss

Morte di Satwant Singh: si indaga per omicidio volontario, atteso l’esito dell’autopsia

NOMINATI dalla procura gli esperti per effettuare l'esame autoptico sul corpo del 29enne, che aveva la residenza a Comunanza, dove ha anche dei familiari. Anche i familiari della vittima, tramite l'avvocato Mascitti, hanno nominato un loro ctu: «Abbiamo anche chiesto l'acquisizione delle immagini di videosorveglianza»
...

I soccorritori in Via Turati

 

I Carabinieri lavorano senza sosta per cercare di chiarire ogni minimo dettaglio, ogni aspetto, ogni particolare della tragica notte di martedì quando a seguito di una sanguinaria lite ha perso la vita, in un appartamento di via Tutati, a Bivio Cascinare, il 29enne Satwant Singh, residente, ma solo formalmente, a Comunanza, dove ha anche dei familiari.

 

E in parallelo si è messa in moto, ovviamente, la macchina giudiziaria. La Procura della Repubblica, con il pm Pazzaglia, ha aperto un fascicolo per omicidio volontario.

 

Indagato sarebbe il 56enne, bracciante agricolo impiegato in un’azienda della zona, che ha preso parte a quella lite costata la vita a Satwant. L’uomo è stato ricoverato, la notte stessa della tragedia, all’ospedale di Civitanova, per aver riportato anche lui  una profonda ferita all’addome. Le sue condizioni, da critiche, sono in via di miglioramento.

 

Diversi gli aspetti su cui gli inquirenti vogliono fare chiarezza. Posto che il 29enne è deceduto per una coltellata all’addome, resta da definire chi quella coltellata l’ha sferrata. Resta anche da chiarire come il 56enne abbia riportato, a sua volta, la ferita all’addome. C’è stata una colluttazione? Comunque gli investigatori, dopo aver sequestrato l’appartamento della tragedia e il coltello (una lama di 34 centimetri) con cui è stato sferrato il fendente letale per Singh, hanno già ascoltato diverse persone, tra di loro anche una testimonianza oculare che potrebbe essere decisiva.

 

Intanto oggi è giornata di nomine. La procura, infatti, che indaga per omicidio volontario, dopo aver disposto l’esame autoptico sul corpo di Singh, ha affidato l’autopsia, che dovrebbe svolgersi nel pomeriggio di oggi o al massimo domani, al medico legale Alessia Romanelli che sarà supportata dal tossicologo Rino Froldi.

 

Con loro ci sarà anche un consulente di parte del deceduto, nominato dai familiari che sono assistiti dall’avvocato Danilo Mascitti. Si tratta di Luca Pistolesi. Se ormai è chiaro che Singh è deceduto per un’emorragia interna a seguito della coltellata all’addome, che gli ha causato un arresto cardiaco, l’esame sul corpo potrebbe fornire utili dettagli anche per la ricostruzione di un’eventuale colluttazione.

 

L’avvocato Danilo Mascitti

«Nutriamo piena fiducia nell’operato della magistratura e – le parole di Mascitti – degli inquirenti per fare luce su questo drammatico evento. Da parte nostra massima collaborazione. Comunque ho richiesto l’acquisizione delle immagini di videosorveglianza presenti lungo la via. Se non serviranno a chiarire cosa avvenuto all’interno della casa, magari potrebbero fornire utili dettagli sugli spostamenti avvenuti da quelle parti nell’immediatezza dei fatti».

 

P.Pier.

https://www.cronachepicene.it/2022/10/18/la-morte-di-satwant-singh-lavvocato-mascitti-presentata-denuncia-per-omicidio-volontario-ce-un-indagato/368437/

https://www.cronachepicene.it/2022/10/18/la-lite-finisce-con-una-coltellata-muore-il-29enne-satwant-singh-che-aveva-la-residenza-a-comunanza-foto/368373/


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X