Quantcast
facebook rss

Tod’s non riesce a lasciare la Borsa: l’Opa di Della Valle non supera la soglia limite

ECONOMIA - «Prendiamo atto che parte del mercato - spiegano dalla DeVa - ha ritenuto l’offerta da noi fatta inferiore alle sue aspettative. Lavoreremo tutti per ottenere nei tempi necessari la realizzazione di un’operazione che si auspica sarà di grande successo»
...

Andrea e Diego Della Valle

L’Opa (offerta pubblica di acquisto) di Della Valle non va a buon fine: non è stato centrato l’obiettivo di arrivare almeno al 90% delle azioni dell’azienda, dunque Tod’s resta in Borsa. Almeno per il momento.

 

La DeVa Finance srl ha infatti comunicato che ieri, alle ore 17,30, si è concluso il periodo di adesione all’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria promossa da DeVa e avente ad oggetto azioni ordinarie di Tod’s spa, società con azioni quotate su Euronext Milan, mercato regolamentato organizzato e gestito da Borsa Italiana Spa.

 

Sulla base dei risultati provvisori comunicati dall’intermediario incaricato del coordinamento della raccolta delle adesioni, Bnp Paribas Securities Services, con la succursale di Milano, alla chiusura del periodo di adesione, risultano portate in adesione all’offerta complessive 4.134.358 azioni, rappresentative del 12,49% del capitale sociale e pari al 48,91% delle azioni oggetto dell’offerta.
Dalla pubblicazione e diffusione della comunicazione dell’offerente, ovvero il 3 agosto 2022, alla data odierna, né l’offerente né le persone che agiscono di concerto hanno effettuato acquisti di azioni sul mercato.

 

E sempre sulla base dei risultati provvisori, laddove confermati, l’offerente verrebbe a detenere a esito dell’offerta, insieme alle persone che agiscono di concerto, complessive 28.774.170 azioni, rappresentative dell’86,95% del relativo capitale sociale.

 

I risultati provvisori comportano, quindi, il raggiungimento da parte dell’offerente, insieme alle persone che agiscono di concerto, di una partecipazione complessiva inferiore al 90% del capitale sociale dell’emittente. Pertanto, alla data odierna non si è avverata la condizione sulla soglia.

 

La DeVa ha comunque comunicato sin d’ora che non intende rinunciare alla condizione sulla soglia, con la conseguenza che l’offerta non si perfezionerà.
In ragione di tutto ciò, le azioni portate in adesione all’offerta saranno restituite e immesse nuovamente nella disponibilità dei rispettivi titolari, senza addebito di oneri o spese a carico degli stessi, entro oggi, giorno di Borsa aperta.

 

Gli aderenti non subiranno alcun pregiudizio avuto riguardo alla maggiorazione del voto maturata o in corso di maturazione.
Agli aderenti che abbiano portato in adesione azioni che godono della maggiorazione del voto saranno restituite azioni aventi le medesime caratteristiche e contraddistinte dal medesimo codice Isin e, pertanto, tali aderenti conserveranno la maggiorazione del voto; e gli aderenti che abbiano portato in adesione azioni iscritte nell’“Elenco Speciale” di cui all’art. 7 dello Statuto, ma che non abbiano ancora conseguito la maggiorazione del voto, continueranno a maturare il diritto alla maggiorazione del voto senza soluzione di continuità.

Il comunicato sui risultati dell’Offerta conterrà, inter alia, la conferma circa il mancato avveramento della condizione sulla soglia e la volontà dell’offerente di non rinunciarvi.

 

«Prendiamo atto che parte del mercato – spiegano dalla DeVa – ha ritenuto l’offerta da noi fatta inferiore alle sue aspettative, considerando il valore del Gruppo Tod’s superiore a quello espresso attualmente in Borsa.

La nostra decisione di lanciare l’offerta (mettendo a disposizione dell’operazione come famiglia Della Valle un importo di oltre 400 milioni di euro) era determinata dal fatto che intendevamo, con una strategia industriale molto precisa, poter aumentare nel medio periodo il valore del Gruppo, tenendo altresì conto che si dovranno affrontare mercati difficili ed imprevedibili a livello macroeconomico in tutto il mondo.

Il prezzo da noi offerto è stato calcolato tenendo conto di programmi futuri e strategie accurate; pertanto fin dall’inizio non abbiamo mai fatto menzione, né dato aperture, a una sua modifica. Chi ha deciso di mantenere le proprie azioni avendo letto le motivazioni dell’offerta, da noi illustrate nel Documento di Offerta, vuol dire che condivide la nostra visione e la sua esecuzione, pertanto da domani lavoreremo tutti per ottenere nei tempi necessari la realizzazione di un’operazione che spero ed auspico sarà di grande successo.

Le forti basi strutturali del Gruppo, la fedeltà dei nostri consumatori, la desiderabilità dei nostri marchi, la competenza dei nostri artigiani e dei manager che guidano il Gruppo saranno di grande aiuto alla realizzazione del progetto».

 

Il documento di offerta è a disposizione del pubblico per la consultazione presso gli uffici di Bnp Paribas Securities Services – Succursale di Milano, quale intermediario incaricato del coordinamento della raccolta delle adesioni, a Milano, piazza Lina Bo Bardi 3, presso la sede legale dell’emittente, a Sant’Elpidio a Mare, in via Filippo Della Valle 1; sul sito internet dell’emittente all’indirizzo www.todsgroup.com; e sul sito internet del global information agent, Georgeson S.r.l., all’indirizzo www.georgeson.com.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X