Quantcast
facebook rss

Rissa nel derby giovanile con il Porto d’Ascoli, l’Atletico Ascoli annuncia: «Prenderemo provvedimenti esemplari»

CALCIO - Brutto episodio nel match disputato ieri al "Ciarrocchi" e valevole per il campionato Allievi (Under 17). Il tutto è scaturito da un brutto fallo di gioco, che ha scatenato la reazione incontrollata di alcuni componenti delle due squadre. La società ascolana ha preso posizione: «Comportamenti inaccettabili, ci scusiamo con gli avversari»
...

Il campo “Ciarrocchi” di Porto d’Ascoli

Il weekend di calcio dilettanti ormai alle spalle è stato caratterizzato da un episodio deplorevole che poco ha a che fare con ciò che dovrebbe vedersi su un campo sportivo, a maggior ragione a livello giovanile. Si è verificato nel derby tra Porto d’Ascoli e Atletico Ascoli, disputato ieri – domenica 30 ottobre – al “Ciarrocchi” di San Benedetto e valevole per la categoria Allievi (Under 17). Il risultato finale è stato di 3-2 per i padroni di casa, ma è un elemento che interessa davvero poco.

 

Il tutto è nato a seguito di un brutto fallo commesso da un giovane calciatore dell’Atletico Ascoli ai danni di un avversario. Come testimoniato da un breve video circolato nelle ultime ore, ne sarebbe scaturita una rissa con spintoni e tentativi di colluttazione. Mentre alcuni ragazzi si lasciavano andare a reazioni simili e fuori controllo, dagli spalti qualche presente – probabilmente tutt’altro che giovane – “incitava” i protagonisti con urla e insulti.

 

Mentre si attendono le deliberazioni del giudice sportivo, che dovrebbero arrivare tra domani e mercoledì, ci ha pensato l’Atletico Ascoli a prendere posizione dopo l’accaduto: «La società Atletico Ascoli – si legge nel comunicato diffuso in mattinata – condanna con fermezza quanto accaduto nella giornata di ieri durante la partita del campionato Allievi con il Porto d’Ascoli. Un nostro tesserato si è reso responsabile di un grave fallo di gioco per noi non tollerabile, come non lo sono le reazioni di alcuni dei tesserati delle due squadre, che ne sono conseguite. Al campo erano presenti diversi dirigenti che hanno assistito alla scena. La società prenderà provvedimenti esemplari nei confronti dei propri tesserati che si sono resi protagonisti dell’accaduto. Questi comportamenti , per una società da sempre attenta alla crescita etica dei ragazzi, sono inaccettabili. Ci scusiamo inoltre con la società Porto d’Ascoli, realtà con la quale abbiamo solidi rapporti di amicizia».

 

s. m.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X