Quantcast
facebook rss

Piano regolatore, Annalisa Marchegiani: «L’unica strada è l’aggiornamento di quello vigente»

SAN BENEDETTO - I Verdi chiedono conto all'Amministrazione delle misure che verranno intraprese per rivisitare il piano regolatore. Il Comune ha già stanziato 35.000 euro per l'aggiornamento della cartografia cittadina
...

Il piano regolatore al centro del dibattito in Consiglio comunale. In alto a sinistra, Annalisa Marchegiani

 

di Giuseppe Di Marco

 

Il piano regolatore torna protagonista del dibattito in Consiglio comunale. La minoranza infatti interroga l’Amministrazione su cosa intende fare per ammodernare la pianificazione urbanistica della città.

 

In particolare è Annalisa Marchegiani (Verdi) a chiedere conto al vertice comunale delle azioni che intende portare avanti in merito all’istituzione di un urban center e riguardo all’iter delle varianti urbanistiche che da anni giacciono sulle scrivanie degli uffici di Viale De Gasperi.

 

Ad illustrare il programma dell’Amministrazione è Bruno Gabrielli: «Prima abbiamo intenzione di dotarci di un piano strategico, corredato di studi su diversi aspetti, come la viabilità – dice l’assessore all’urbanistica – Tra questi c’è anche il rinnovo della cartografia: in questa sede colgo l’occasione per annunciare che abbiamo già attivato il percorso di rinnovamento della mappatura della città, acquisendo specifiche risorse per questo scopo. Quanto prima avremo i primi risultati in tal senso. Dopodiché seguirà la redazione di uno schema direttore e infine l’ultimo step è la revisione del piano regolatore generale. In tal senso, se necessario, non esiteremo a rivolgerci all’esterno per la sua redazione».

 

Recentemente, l’Amministrazione ha stanziato 35.000 euro per l’aggiornamento delle mappe, affidando il lavoro ad una ditta esterna specializzata in aerofotogrammetria.

 

«La risposta non dice molto – ribatte Marchegiani – mi si dice, in sostanza, che l’Amministrazione sta pianificando di pianificare, ma gli studi devono essere fatti preventivamente, oppure non si può decidere nulla. Al momento, inoltre, non è chiaro se l’Amministrazione intenda redigere un nuovo piano o aggiornare quello esistente. A nostro parere, quest’ultima soluzione è l’unica veramente percorribile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X