Quantcast
facebook rss

Festa dell’Albero: la Banca di Ripatransone e del Fermano mette a dimora altre 50 piante

AL FIANCO di Legambiente in Via XXV Aprile, al Parco dell'Allegria di Grottammare, alla presenza di piccoli studenti della Primaria
...

 

La Banca di Ripatransone e del Fermano ha completato oggi lunedì 21 novembre a Grottammare il progetto di messa a dimora di nuovi alberi e, dopo la piantumazione dei primi 50, lo scorso marzo presso il giardino di Via XXV Aprile, oggi ne ha piantumati altri 50 al Parco dell’Allegria, in Via Marcovaldo, alla presenza di una delegazione di insegnanti e piccoli studenti della Scuola Primaria di Grottammare e della “Virgo Lauretana” di Grottammare.

 

Nello specifico, sono state scelte alcune piante autoctone tra Corbezzoli, Lecci, Noccioli, Tigli e altre specie come Mandorli, Melograni e Giuggioli. Alla cerimonia erano presenti il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, l’assessore alla Sostenibilità ambientale Alessandra Biocca, il consigliere comunale Bruno Talamonti, la professoressa Franca Basso in rappresentanza della dirigente scolastica Luigina Silvestri, Antonella Romoli Venturi presidente del Circolo Legambiente “Civico Verde Grottammare” che ha sottolineato l’importanza della giornata per le generazioni future, il direttore della Banca di Ripatransone e del Fermano Vito Verdecchia, il consigliere Francesco Massi, il quale ha ricordato quanto «la Banca sia attiva sul territorio» e quanto riesca a fare, in positivo, «se tutti si uniscono per un unico obiettivo» e il presidente dei GiovaniLab della Banca di Ripatransone e del Fermano Riccardo Elsini con una nutrita rappresentanza di giovani della Banca: a lui il compito di ricordare il «progetto Life Terra e questa piantumazione, che conclude un progetto iniziato a marzo».

 

«Riteniamo che questa iniziativa vada nella direzione giusta – afferma Sisto Bruni presidente del Circolo Legambiente “Lu Cucale” di San Benedetto – piantare alberi è la migliore soluzione per contrastare i cambiamenti climatici e per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Non dobbiamo dimenticare che gli alberi sono essenziali per la produzione di ossigeno, quindi indispensabili per la vita sulla terra. Un ringraziamento particolare va alla Banca di Ripatransone e del Fermano che ha capito l’importanza degli alberi e si sta adoperando per accrescere il patrimonio arboreo nel nostro territorio. Ringraziamo anche il circolo di Legambiente Civico Verde Grottammare che ha dato il suo contributo a questa bellissima giornata».

 

L’iniziativa della BCC nasce dalla collaborazione tra Federcasse (Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali) e Legambiente in occasione della “Festa dell’Albero” organizzata lo scorso anno, a novembre, da Legambiente e inserita nell’ambito di “Life Terra”, il progetto europeo cofinanziato dal programma “Life” della Commissione Europea che si prefigge l’importante obiettivo di piantare 500 milioni di alberi nei prossimi cinque anni. “Life Terra” vede impegnate 15 organizzazioni in 8 diversi Paesi europei, e Legambiente è l’unico partner italiano. La collaborazione prevede una quindicina di piantagioni, ognuna di cento giovani alberi, in diverse località italiane, per un totale quindi di circa 1.500.

 

«Dopo la splendida esperienza fatta in primavera – dichiara il presidente della Banca di Ripatransone e del Fermano Michelino Michetti – questa è un’altra giornata positiva per il nostro territorio, perché quando la natura avanza, aumenta il benessere della collettività. La riqualificazione degli spazi pubblici è un segno di civiltà, siamo fieri, in collaborazione con Legambiente ed il Comune di Grottammare, di aver potuto dare il nostro contributo al progetto nazionale Bancabosco».

 

Il progetto nazionale di Federcasse, denominato “Bancabosco”, nato dalla proposta formulata dalla “Rete Nazionale Giovani Soci del Credito Cooperativo”, ha come obiettivo la costituzione di un luogo reale e concreto che valorizzi le esperienze di messa a dimora di alberi realizzate, in corso di realizzazione o pianificate nell’immediato futuro dalle BCC-CR e che intende fornire un importante contributo per favorire una transizione ecologica partecipata e inclusiva, secondo la logica della sostenibilità integrale. Come ricordano anche gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu, infatti, piantare alberi è tra le forme di intervento unanimemente riconosciuta come tra le più efficaci ed auspicabili nella lotta alla crisi climatica e per la tutela dell’intero ecosistema e della biodiversità.

 

«Dobbiamo prenderci cura della nostra terra – le parole del sindaco Piergallini e dell’assessore Biocca – stiamo vivendo sulla nostra pelle gli scompensi che l’uomo ha creato all’ecosistema provocando una crisi climatica e strutturale con la quale le future generazioni dovranno fare i conti. Tale compito non spetta solo ai potenti del globo. Spetta anche alle piccole o piccolissime comunità fare la loro parte in una sfida globale che deciderà la sorte di tutti noi. Piantare alberi è uno dei modi per fare la nostra parte. In questo, il Comune non può che essere grato a Federcasse e a Legambiente per aver ideato e finanziato il progetto che porterà il nostro territorio ad avere polmone verde sempre più ampio».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X