Quantcast
facebook rss

Arte, musica e letteratura: l’Arengo dice no alla violenza sulle donne con un tris di iniziative

ASCOLI - In occasione della Giornata internazionale di venerdì 25 novembre, il Comune promuove tre momenti di riflessione e confronto su un tema quanto mai attuale. Si comincerà domani, giovedì 24 novembre, con lo spettacolo “Musicalmente donna”, per poi proseguire venerdì sera con l’evento “Amore senza lividi” e chiudere il cerchio nella mattinata di sabato con delle letture tratte da “Ferite a morte” di Serena Dandini
...

Per sensibilizzare la cittadinanza su un tema quanto mai attuale come quello del contrasto alla violenza, anche quest’anno il Comune di Ascoli si mobilita in chiave sociale facendosi promotore di tre iniziative in programma a ridosso della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne di venerdì 25 novembre.

 

Maria Antonietta Lupi, Maria Luisa Volponi, Diego Migliarelli, Emidio Bollettini, Cristina Paolini, Antonio Poli e Claudia Calvaresi in conferenza stampa

 

Per abbattere i numeri preoccupanti fatti registrare anche sul territorio da un fenomeno con radici culturali molto profonde, l’Arengo ha ritenuto opportuno promuovere in ambito culturale una campagna informativa e di sensibilizzazione che, attraverso manifestazioni e spettacoli dedicati, possa offrire un contributo concreto nella lotta a ogni forma di violenza.

 

A inaugurare il tris di eventi ascolani sarà “Musicalmente Donna”, lo spettacolo musicale di Cristina Paolini in programma nella serata di domani, giovedì 24 novembre, al Teatro Filarmonici, dove la cantante ascolana si esibirà con l’accompagnamento musicale di Marco Paolini, Stefano Alesiani, Federico Sirocchi e Sebastiano Ricci.

 

Il programma messo a punto dall’Amministrazione comunale, rappresentata in conferenza stampa dall’assessore alle Pari opportunità Maria Luisa Volponi, proseguirà poi nella serata di venerdì 25 novembre, quando l’associazione Ap Events, in collaborazione con le realtà associazionistiche giovanili del territorio, metterà gratuitamente in scena l’evento “Amore senza lividi”.

 

L’appuntamento è alle 21,15 al Nuovo CineTeatro Piceno, che per l’occasione farà da cornice a un’iniziativa che prevede un interessante connubio tra danza, artigianato e riflessioni di carattere culturale, con laboratori coreografici a cura dell’Asd Danzarte, onorificenze – verrà assegnato un “Picchio Rosa” a cinque donne distintesi per il valore dimostrato dell’arte, nello sport, nel cinema, nell’imprenditoria e nella medicina – interventi di sensibilizzazione e una sfilata di giovani donne ascolane, omaggiate con un fiore rosso e votate da una giuria al femminile che premierà simbolicamente la migliore con un mazzo di fiori.

 

«Come associazione riteniamo necessario promuovere iniziative anche al di fuori della giornata di venerdì, in modo da avvicinare i giovani a tematiche fondamentali come quella della violenza contro le donne – dichiara Emidio Bollettini, presidente di Ap Events -. Nel 2023 daremo vita a convegni e manifestazioni di carattere marcatamente sociale, che andranno a integrare la programmazione culturale della nostra associazione».

 

Chiuderà il cerchio, nella mattinata di sabato 26 novembre, la lettura di monologhi tratti dal libro “Ferite a morte” di Serena Dandini, in programma nella Pinacoteca civica a partire dalle 9.

 

Con l’accompagnamento musicale curato dall’associazione culturale Artecultura Musica, le donne del sindacato Cisl, le rappresentanti della compagnia Donattori e le studentesse dell’Istituto tecnico agrario “Celso Ulpiani” di Ascoli leggeranno alcuni passi scelti, per poi cedere la parola a una tavola rotonda che prevede gli interventi della presidente della Commissione Pari opportunità della Provincia Maria Antonietta Lupi, dell’ex medico Nicola Baiocchi, del vicario del Questore Laura Pratesi, del comandante provinciale dei Carabinieri Giorgio Tommaseo, dell’avvocato Luigina Giansante, degli educatori del Punto Voce – Polo 9 Ancona Massimo Panfili e Renato Albucci e, infine, della professoressa Cristiana Ilari di Cisl Marche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X