Quantcast
facebook rss

Memorial Cava, ovazione per il il basso D’Arcangelo (Foto)

PREMIO - Bellissimo concerto lirico nel Teatro dei Filarmonici. L’assessore comunale Donatella Ferretti ha consegnato il riconoscimento alla carriera al cantante pescarese vera stella della lirica internazionale, Vittorio Vitelli, regista della manifestazione, in doppia veste di cantante e di presentatore. Coro Ventidio Basso e Cesare Catani al pianoforte altre eccellenze artistiche di Ascoli
...

“Premio Carlo Cava” al basso Ildebrando D’Arcangelo

 

di Franco De Marco

 

Bellissima serata lirica, nel Teatro dei Filarmonici di Ascoli, per il concerto in occasione del “Memorial Carlo Cava”, giunto alla terza edizione e che sta diventando sempre più conosciuto e apprezzato a livello nazionale.

 

L’assessore comunale Donatella Ferretti ha consegnato il premio alla carriera al basso Ildebrando D’Arcangelo, vera stella della lirica internazionale, che ha entusiasmato il pubblico eseguendo alcune famose arie liriche anche in duetto (che duetto!) con il baritono ascolano Vittorio Vitelli e con il giovane soprano Sabrina Sanza che si è fatta apprezzare per musicalità e colore vocale.

 

Anche il Coro Ventidio Basso, diretto dal maestro Giovanni Farina, protagonista della serata

Altro protagonista della serata il Coro Ventidio Basso di Ascoli, diretto dal maestro Giovanni Farina, che ha offerto una ulteriore dimostrazione del suo alto livello artistico (“Patria oppressa” emozionante).

 

Ad accompagnare al pianoforte i cantanti c’era il maestro ascolano Cesare Catani, altra eccellenza artistica ascolana, giustamente definito da Vittorio Vitelli, presentatore spigliato dell’appuntamento e vero regista della manifestazione oltre che cantante, “un’orchestra alla tastiera”.

 

Insomma un pomeriggio lirico che il folto pubblico presente ha applaudito a ripetizione e con ovazione finale. Tutti hanno capito la qualità artistica del concerto.

 

Il mattatore della serata è stato naturalmente il pescarese Ildebrando D’Arcangelo che ha regalato esecuzioni da manuale, con voce di rara estensione e intensità  interpretativa, toccando il top nell’aria “Là ci darem la mano” dal “Don Giovanni” di Mozart suo cavallo di battaglia. Vittorio Vitelli l’ha definito “il miglior Don Giovanni del teatro odierno”.

 

L’assessore Donatella Ferretti consegna il premio a Ildebrando D’Arcangelo

Il “Memorial Carlo Cava” è stato organizzato dall’associazione Coro Ventidio Basso e dal Comune di Ascoli per ricordare un figlio illustre della città come il basso Carlo Cava”, scomparso nel 2018 dopo una prestigiosa carriera in tutto il mondo, come hanno ricordato in apertura il vice presidente del Coro Alessio De Vecchis e l’assessore Donatella Ferretti. In sala anche il presidente della Fondazione Rete Lirica delle Marche Francesco Ciabattoni.

 

Ildebrando D’Arcangelo, quasi commosso, si è dichiarato onorato del premio ricevuto.

 

Ildebrando D’Arcangelo in duetto con il soprano Sabrina Sanza

«Nel panorama internazionale – si legge nella motivazione del premio – è un esempio di basso cantabile che riesce ad affrontare con rara efficacia un repertorio variegato che va da quello mozartiano e quello verdiano. La sua voce è uno scrigno di perle».

 

C’è da augurarsi che questo “Memorial Carlo Cava” possa crescere sempre di più e diventare una passerella per grandi voci.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X