Quantcast
facebook rss

Iran, consegnate all’Ambasciata le ciocche di capelli tagliate dalle donne del Consiglio comunale

DALLE MARCHE - Approvata all'unanimità a Fabriano (Ancona) la mozione a sostegno del popolo iraniano. Poi la consegna a Fabio Travaglini, capo della delegazione italiana al Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa che recapiterà il plico alle autorità diplomatiche
...

 

«Il popolo iraniano è in profonda sofferenza, atti atroci come i brutali pestaggi e violenze verso giovani ragazze e giovani ragazzi che hanno portato alla loro morte, così come le recenti impiccagioni pubbliche, ci obbligano a tenere alta l’attenzione verso questo popolo, verso queste nostre sorelle e nostri fratelli che muoiono perché lottano e manifestano per il diritto alle libertà. Il Consiglio comunale di Fabriano (Ancona) ha approvato all’unanimità nella seduta dell’ 8 novembre scorso la mozione di Solidarietà a sostegno delle donne iraniane e al popolo iraniano. Nel corso della stessa seduta consiliare, la sindaco, le assessore e le consigliere comunali, oltre alle tante donne presenti tra il pubblico, si sono tagliate una ciocca di capelli in segno di lutto e di rispetto verso tutte le vittime nostre sorelle e nostri fratelli ed in segno di protesta verso le autorità iraniane».

 

Un gesto di solidarietà e sostegno alla causa che è stato ricordato questa mattina in conferenza stampa dal sindaco Daniela Ghergo e dal presidente del Consiglio Giovanni Balducci.

 

Nel corso dell’incontro è stato annunciato che la mozione approvata dal parlamentino cittadino è stata trasmessa al Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa, consegnandola nelle mani di Fabio Travaglini, capo della delegazione italiana al Congresso, presente questa mattina in Comune. «La stessa mozione insieme alle ciocche tagliate verranno trasmesse all’Ambasciata dell’Iran in Italia – ha sottolineato il sindaco – la nostra città è attenta e solidale, con questo atto pubblico sostiene e promuove iniziative al fine di sensibilizzare le autorità iraniane affinché vengano garantiti i diritti soggettivi inviolabili a prescindere da obblighi religiosi che ledono le libertà individuali».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X