Quantcast
facebook rss

Il racconto della Storia attraverso il giornalismo: gli studenti incontrano Claudio Speranza

SAN BENEDETTO - Il famoso telecinefotoperatore, giornalista e inviato della Rai, ascolano, è stato testimone dei grandi eventi della seconda metà del secolo scorso, e non solo: dagli anni Cinquanta alle Torri Gemelle. Con in ragazzi dell'Istituto Guastaferro parlerà anche del passaggio dal sistema analogico al digitale
...

Claudio Speranza

Giovedì 22 dicembre, dalle ore 9 alle 12, nell’aula magna dell’Istituto “Guastaferro” di San Benedetto le classi quinte e quelle dell’indirizzo “Servizi culturali e dello spettacolo” incontreranno il cineoperatore e giornalista Rai Claudio Speranza, ascolano, 85 anni, testimone dei grandi eventi del Novecento, e non solo, dagli anni Cinquanta del secolo scorso fino alle Torri Gemelle.

Speranza è stato il primo cineoperatore ad essere riconosciuto “giornalista”. Ha raccontato decenni nei quali è cambiato il modo stesso di riprendere gli eventi passando, con l’avvento di Internet, dal sistema analogico a quello digitale: una evoluzione non solo tecnologica ma anche linguistica.

Presenterà la giornata il regista e produttore Umberto Croci, ex studente dell’Istituto. Si tratta di un incontro formativo non solo per gli studenti dell’indirizzo “Servizi culturali e dello spettacolo” ma anche per chi a fine anno scolastico affronterà l’esame di maturità ed avrà dunque modo di comprendere meglio la Storia recente.

L’incontro è stato organizzato dal professor Andrea Rosati, docente e regista, e dalla dirigente scolastica Marina Marziale. All’incontro sono invitati anche tutti i lavoratori nel settore del giornalismo e gli insegnanti delle discipline storiche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X