Quantcast
facebook rss

Tutti pazzi per la pista ciclopedonale: Comune al lavoro per il collegamento mare-monti (Le foto)

ASCOLI - Sempre più persone scelgono di cimentarsi col nuovo percorso che parte da Via della Cardatura e arrivo fino alla zona industriale, costeggiando il fiume Tronto. L'Arengo al lavoro per l'illuminazione e per gli 8 chilometri finali che completeranno il collegamento con San Benedetto. Poi via al tratto che dalla Salaria vecchia porterà a Mozzano ed Acquasanta
...

Uno dei tratti della ciclopedonale che costeggia la Salaria dopo Brecciarolo

 

di Luca Capponi 

 

Inverno inoltrato, temperature basse, ora di cena. Ma contrariamente a quanto si possa pensare, sulla nuova ciclopedonale di Ascoli c’è gente. C’è chi porta a spasso il cane, chi passeggia, chi fa una corsetta e chi pedala. Su un percorso suggestivo, che parte dal parcheggio di Via della Cardatura, passa attraverso Monticelli e Brecciarolo e arriva fino alla zona industriale inoltrata, costeggiando il fiume Tronto.

I lavori sul tratto nei pressi del torrente Lama

 

Migliorare si può, non a caso il Comune, nel giro di qualche settimana, completerà l’illuminazione dell’attuale ultimo tratto, ma una cosa è certa: agli ascolani la pista ciclabile piace eccome. Tanto che oramai è divenuto un must per molti, sportivi e non. Anche nella stagione più fredda e negli orari apparentemente meno consoni. Segnale che di un’opera del genere c’era bisogno. Non a caso lo stesso Arengo è al lavoro per completare i due stralci decisivi che, a al termine dei lavori, collegheranno Ascoli con Castel di Lama, Colli e Spinetoli e da lì verso San Benedetto. Dalle cento torri al mare. Rigorosamente senza auto.

 

«Gli operai sono in azione sul lotto B2, vale a dire quello che si prefigge di realizzare il ponte sul torrente Lama, un passaggio decisivo ed impegnativo del percorso, lungo circa 1 chilometro, per cui abbiamo impegnato 700.000 euro – spiega l’assessore ai lavori pubblici Marco Cardinelli – l’altro stralcio mancante, il cui progetto esecutivo da 1,8 milioni si trova al vaglio della Conferenza dei servizi ed i cui lavori inizieranno a breve, è quello relativo ai 7 chilometri che arriveranno proprio in prossimità del Lama. Con questo tratto chiudiamo il discorso, e sarà possibile, finalmente, arrivare sino alla Riviera a piedi o in bici, attraversando la valle del Tronto».

 

Ma non finisce qui. Cardinelli, infatti, fa il punto anche sulla ciclopedonale diretta nella direzione opposta. E cioè verso l’entroterra montano.

 

«A causa della variante urbanistica necessaria a far transitare il percorso nella zona di Mozzano, questi due stralci sono burocraticamente un po’ più indietro ed attualmente il progetto esecutivo si trova in fase di approvazione – continua l’assessore – il collegamento si svilupperà lungo la vecchia Salaria ed una volta arrivato a Mozzano si muoverà verso Acquasanta Terme».

 

Insomma, per gli amanti dell’aria aperta, dopo anni di percorsi “fai da te”, finalmente le opzioni sul piatto per muoversi in sicurezza iniziano a farsi copiose e tutte interessanti.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X