Quantcast
facebook rss

Ciaspolata con il Cai sui Monti Sibillini

NUOVO appuntamento con i volontari della sezione ascolana del Club Alpino Italiano dopo quelli alla Laga, ai Gemelli e alla Maiella. Alla Bottega del Terzo Settore prologo con l'incontro con Giuseppe Vico, cultore di archeologia, storia antica e paleontologia
...

Il Redentore innevato

 

Dopo Laga, Gemelli e Maiella, i volontari del Club Alpino Italiano (Cai) di Ascoli chiudono il ciclo di escursioni in ambiente innevato con una ciaspolata sui Monti Sibillini. Appuntamento domenica 26 febbraio con partenza dal Rifugio Perugia (1.492 metri) di Forca Canapine. Poi, attraverso il “Grande Anello di Sibillini” si prosegue fino alla Montagna Fusconi (1.796 metri) percorrendo la cresta che divide la Piana di Castelluccio dalla Piana di Norcia. Stessa via al ritorno per una lunghezza complessiva di 10 km e 400 metri di dislivello. Per partecipare prenotarsi questa sera, venerdì, dalle 18,30 alle 20 nella sede Cai di Via Cellini (ai soci Cai basta telefonare allo 0736.45158).

 

Domani, sabato 25 febbraio (ore 18), prologo alla Bottega del Terzo Settore di Ascoli con la terza puntata di “Incontri d’Inverno”, sempre a cura del Cai. Stavolta con Giuseppe Vico, cultore di archeologia, storia antica e paleontologia che lega i suoi studi ai territori del Piceno e a cavallo di Marche e Abruzzo, si parla di “Ai confini del mondo. L’avventura del commercio dai Sibillini alla Via della Seta”. In collaborazione con l’Archeoclub d’Italia, Vico ha curato anche la creazione del “Deposito Archeologico” dei Comuni di Folignano e Maltignano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X