Quantcast
facebook rss

Traffico illecito di rifiuti (recupero oli vegetali esausti): perquisizioni e sequestri dei Carabinieri anche nel Piceno

BLITZ all'alba dei militari del Nucleo Operativo Ecologico di Ancona, in collaborazione con il Gruppo tutela ambiente di Roma e Napoli e il coordinamento della Direzionale Nazionale Antimafia e Antiterrorismo. Otto le misure cautelari emesse dal gip del Tribunale di Ancona
...

 

 

Questa mattina, venerdì 10 marzo, i Carabinieri del nucleo operativo ecologico di Ancona, in collaborazione con il Gruppo tutela ambiente di Roma e Napoli, stanno eseguendo otto misure cautelari non custodiali, emesse dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Ancona nei confronti di otto persone coinvolte nel reato di attività organizzata del traffico illecito dei rifiuti, inerente il recupero degli oli vegetali esausti.

 

La complessa attività investigativa è diretta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Ancona e di Napoli, con il coordinamento dalla Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo.

 

Sono in corso perquisizioni e sequestri nelle province di Ascoli, Napoli, Bari e Pescara. L’attività illecita è consistita anche nella perpetrazione di furti aggravati di oli vegetali esausti, classificati come rifiuto liquido non pericoloso, di elevato valore commerciale per gli incentivi collegati alla produzione finale di biocarburante.

 

Le indagini sono state avviate per contrastare un fenomeno criminale che, con l’aggravante di agevolare associazioni criminali camorristiche, era dedito al traffico illecito di oli esausti trattati illecitamente, di rilevante valore commerciale e con grave impatto ambientale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X