Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook rss

Ast Ascoli e Ast Fermo: stesso commissario, decisioni diverse nella proroga dei contratti a termine

SANITA' - Ed ancora: nel Fermano sono circa 60 le persone confermate fino a dicembre; nel Piceno, rinnovi per due soli mesi a circa 230. La Sanità qui si regge sui precari? Poi: nel Fermano, ogni rinnovo (nome per nome) è stato caldeggiato dai dirigenti dei servizi; nel Piceno non risulta
...

 

Gli ospedali “Murri” di Fermo e “Mazzoni” di Ascoli

 

di Maria Nerina Galiè

 

Ast Ascoli e Ast Fermo, stessi problemi (carenza di personale per vari motivi), stesso commissario adesso (Roberto Grinta), diverse soluzioni.

Soluzioni tampone, come la proroga dei contratti a termine, in scadenza il 30 aprile, per coprire i posti vacanti, per dimissioni o pensionamenti.

 

Ma per le due realtà sono stati applicati due pesi e due misure. Ad onore del vero, più o meno allo stesso costo.

 

Con determina di Roberto Grinta, una delle prime da quando ha preso il posto di Vania Carignani, il 21 aprile scorso in Ast Ascoli sono stati prorogati i contratti di circa 230 professionisti tra infermieri, oss, tecnici e amministrativi. Ma soltanto fino al 30 giugno.

 

E qui sorge una domanda: ma la Sanità picena poggia sui precari?

 

Ma passiamo ad altro. Rinnovi per soli due mesi, “rinviando alla Direzione Generale Ast di prossima nomina le determinazioni nel merito all’ulteriore proroga, sulla base delle valutazioni strategiche in ordine agli asseti organizzativi”, si legge nelle determina in questione.

Non farebbe una piega, se non fosse per il fatto che anche in Ast Fermo, come in tutte le Marche, è ormai imminente la nomina del nuovo direttore.

 

La motivazione economica è in linea con il piano del fabbisogno, approvato dalla Regione a fine 2022 e che diminuisce di 1,8 milioni la spesa per il personale di Ast Ascoli nel prossimo triennio.

In ogni caso, la spesa per il rinnovo di soli due mesi per 230 persone ammonta a circa un milione e 200.000 euro.

 

Ast Fermo. Con determina di ieri, 26 aprile, sono stati confermati circa 60 professionisti, la maggior parte dei quali fino a dicembre.

 

Nel Fermano ogni proroga (nome per nome) è stata esplicitamente richiesta dai dirigenti dei servizi che hanno inviato accorati appelli, tutti molto simili e datati tra fine marzo e metà di aprile, e nei quali si lascia chiaramente intendere l’importanza di quelle figure professionali, indispensabili per il mantenimento del servizio stesso o dei livelli essenziali di assistenza, nel caso dei sanitari.

In Ast Ascoli, tutto questo non è accaduto. O almeno non se ne fa menzione nella relativa determina.

La motivazione economica, in Ast Fermo, è pure conforme al piano del fabbisogno di personale, che per Ast Fermo prevede un incremento rispetto agli anni precedenti.

La spesa per il rinnovo di 60 persone, la maggior parte fino a dicembre, ammonta a poco meno di un milione e 100.000 euro. 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X