Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook rss

Dehors, nel futuro regolamento possibili novità su coperture, dislocazione e parcheggi

SAN BENEDETTO - Se ne è discusso ieri in un incontro informale fra Amministrazione comunale e Confesercenti. L'associazione di categoria, entro quest'estate, invierà in Viale De Gasperi una lista di proposte per la modifica della bozza attuale
...

Il nuovo regolamento per i dehors arriverà subito dopo l’estate

 

di Giuseppe Di Marco

 

Il futuro regolamento per l’occupazione di suolo pubblico è stato al centro dell’incontro informale tenutosi ieri fra l’Amministrazione comunale e la Confesercenti.

 

Il rendez vous è stato voluto per discutere le possibili modifiche alla bozza redatta durante il precedente mandato, che fungerà da base per il documento che verrà approvato subito dopo l’estate. A partecipare all’incontro sono stati l’assessore all’urbanistica Bruno Gabrielli, il presidente di Confesercenti Marche Sandro Assenti e il vicepresidente provinciale Andrea Manfroni.

 

Una delle possibili modifiche potrebbe riguardare le coperture dei dehors: quelli del centro, secondo la bozza, non possono essere chiusi da gazebo, ma solo delimitati da ombrelloni e tendoni. Gli esercenti però chiedono di poterli perimetrare con divisori trasparenti che permettano il mantenimento, al loro interno, di una temperatura adeguata nei mesi invernali. Dei divisori dovrà essere decisa anche l’altezza massima: per ora si parla di un range che va da 1,5 a 1,8 metri.

 

Altro elemento al centro della discussione è quello della dislocazione del dehor stesso. La porzione di suolo occupabile, infatti, da regolamento, dovrebbe stare di fronte all’ingresso del locale. Dai gestori dei locali, quindi, viene la richiesta di consentire l’occupazione laterale rispetto all’esercizio, purché ci sia un accordo con il negozio limitrofo o il titolare del vicino stabile. Sarà da capire, inoltre, la distanza massima entro cui posizionare gli arredi: per ora si parla di 5 metri, ma in alcuni casi tale soglia potrebbe aumentare.

 

Infine, i titolari dei locali vorrebbero poter occupare anche i parcheggi: per il momento ci sarebbe il “sì” del Comune, anche se subordinato al rispetto delle norme contenute nel codice della strada. In altre parole, sarà la Polizia Municipale a valutare ogni singolo caso. Ad ogni buon conto, per l’eventuale occupazione di uno stallo blu, l’esercente dovrebbe pagare un sovrapprezzo, per via del mancato introito nelle casse comunali del posteggio in questione.

 

Quello di ieri, comunque, è stato un incontro preliminare: entro l’estate, la Confesercenti invierà in Comune una lista di proposte per modificare la bozza. Istanze che saranno valutate in vista dell’approvazione del nuovo regolamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X