facebook rss

La stagione turistica entra nel clou, Nicola Mozzoni: «Buono il pernotto, ma serve evento caratterizzante»

SAN BENEDETTO - Per il presidente dell'Associazione Albergatori "Riviera delle Palme", Comune, imprenditori e associazioni locali dovrebbero fare squadra per creare una base statistica da cui elaborare strategie di marketing territoriale
...

Nicola Mozzoni, presidente dell’Associazione Albergatori “Riviera delle Palme”

 

di Giuseppe Di Marco

 

La stagione estiva della Riviera entra nel clou. Da domani, 21 giugno, inizia la bella stagione propriamente detta, anche se stabilimenti balneari e strutture ricettive sono attive già da da diverse settimane. Per gli operatori del settore, comunque, si rende già necessario stendere un primo bilancio ed effettuare le prime proiezioni dei prossimi tre mesi. Ne abbiamo parlato con Nicola Mozzoni, presidente dell’Associazione Albergatori “Riviera delle Palme”.

 

LE PRENOTAZIONI

«Dopo prima parte dell’anno che faceva molto ben sperare – dice Mozzoni – con altissime percentuali di pernotto, a causa del recente maltempo c’è stato un calo e, ad oggi, si può solo fare una scommessa: direi che nel 2023 rientriamo in una forbice che va da un meno 3% a un più 3% rispetto all’anno scorso. Le tendenze storiche rimangono le stesse: dal 5 agosto in poi sarà tutto esaurito, mentre le due settimane che vanno dal 22 luglio al 5 agosto, come sempre, faremo un po’ di fatica».

 

GLI EVENTI

«Il cartellone è certamente interessante, c’è una bella proposta di artisti. A livello di incoming influirà positivamente, ma quello che ci serve è proprio un ‘effetto wow’, un qualcosa che faccia scalpore, come il Summer Jamboree o il Lucca Comics & Games, che sono manifestazioni estremamente caratterizzanti. Viceversa, un concerto è facilmente replicabile e non provoca un grande aumento di flussi. In generale apprezzo tutti gli sforzi di questa Amministrazione. Personalmente ritengo buona la cena “Tra il mare e le stelle”, così come il “San Beach Comix”: gli organizzatori ci mettono l’anima e per me bisognerebbe investirci di più, magari per prolungarla, coinvolgendo altre associazioni per studiare pacchetti turistici ad hoc. Al Comix credo molto, i miei clienti sono sempre contenti di sapere che la fiera non si ferma».

 

STRATEGIE DI MIGLIORAMENTO

«A San Benedetto – conclude Mozzoni – bisogna che le associazioni uniscano le forze per stilare un piano marketing della città. È lì che manchiamo: occorre mettersi a tavolino e mettere insieme le risorse del territorio con l’aiuto del comune per creare una base statistica, da cui estrarre i punti di forza e debolezza del nostro turismo: sono sicuro che l’Amministrazione sarebbe d’accordo e che riusciremmo a fare un ottimo lavoro con l’assessore Campanelli. Per il resto, la città è pulita e anche abbastanza sicura».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X