facebook rss

Riqualificazione degli impianti sportivi, Barlocci: «Il Comune non ha intercettato i 100.000 euro della Regione»

SAN BENEDETTO - La consigliera dà per altamente probabile l'insuccesso del Comune, che nei mesi scorsi ha aderito ad un bando regionale per finanziamenti da destinare al restyling delle strutture sportive
...

Luciana Barlocci

 

di Giuseppe Di Marco

 

La riqualificazione degli impianti sportivi, negli ultimi anni, è stato l’argomento che più ha messo in difficoltà le Amministrazioni comunali succedutesi a San Benedetto. A tornare sulla questione è Luciana Barlocci, che chiede dove siano finiti i 100.000 euro che il Comune avrebbe dovuto intercettare dalla Regione Marche per rimettere in sesto le strutture presenti all’interno dei propri confini.

 

«L’amministrazione Spazzafumo – afferma la consigliera del gruppo misto – dopo non essersi aggiudicata il bando Sport e Periferie da un milione di euro per la ristrutturazione della vasca esterna, non si aggiudica nemmeno il contributo di 100.000 euro che la Regione Marche mette a disposizione per la riqualificazione delle strutture sportive. La cifra relativa al bando regionale scaduto a dicembre 2022 avrebbe dovuto, secondo le parole dell’assessore e vicesindaco Capriotti, rispondendo alla mia interrogazione in consiglio comunale del 22 aprile scorso, andare a sommarsi ai 300.000 già stanziati in bilancio sette mesi fa per le palestre dell’impianto natatorio “Gregori”».

 

Il finanziamento, in realtà, non è ancora da darsi per perso. Non ufficialmente, quantomeno: per ora si sa che il Comune ha ricevuto una richiesta di documenti integrativi, che ha prontamente inviato in Regione. Da quel momento, però, il silenzio più totale.

 

«Il condizionale è d’obbligo – prosegue la Barlocci – perché di fatto il settore lavori pubblici aveva già stimato il costo dell’intervento nei 300.000 euro, e i 100.000 euro del bando regionale avrebbero potuto essere impiegati per qualsiasi altra struttura sportiva comunale. Per esempio il Palazzetto dello Sport, il cui parquet è in condizioni disastrose. Di fatto i lavori non sono mai iniziati».

 

Barlocci quindi punta i riflettori sulla piscina. «Nella stessa interrogazione ho posto l’attenzione e chiesto un sopralluogo urgente per verificare la natura delle muffe delle pareti del piano vasca interno che sono certamente preoccupanti – conclude la consigliera – Nonostante i ripetuti solleciti, verbali e scritti, dopo aver consegnato anche del materiale fotografico, a tutt’oggi nell’indifferenza totale del sindaco e dell’assessore Capriotti, non risulta nemmeno una visita conoscitiva dei fatti rappresentati. La maggioranza Spazzafumo dovrebbe trovare del tempo di garantire se non la straordinaria, almeno l’ordinaria amministrazione. Il minimo sindacale dunque, ma evidentemente noi sambenedettesi non ci meritiamo nemmeno questo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X