facebook rss

«Gli affreschi della chiesa del Carmine stanno scomparendo, intervengano Comune e Soprintendenza»

ASCOLI - Lo denuncia la sezione ascolana di Italia Nostra che lancia anche un appello «agli amanti delle memorie storiche  della città a voler fornire, se in loro possesso, una foto degli affreschi che stanno ormai morendo»
...

La chiesa di Santa Maria del Carmine è utilizzata dalla Curia, ma risulta compresa tra i beni di proprietà del Comune di Ascoli: lo precisa la sezione ascolana di Italia Nostra, per puntare i riflettori sulle condizioni degli affreschi in essa contenuti che «non versano certamente in condizioni migliori ma addirittura corrono il rischio della loro definitiva scomparsa».

 

«Si tratta – precisa il presidente Gaetano Rinaldidi opere attribuite al fiammingo Francesco De Legnis, della fine del 1600, ormai non più leggibili e forse addirittura non più recuperabili a causa di infiltrazioni di acqua dal tetto, probabilmente per la scomparsa o rottura delle tegole. Purtroppo mai si è tentato di porre rimedio a questa autentica calamità.

Non resta che rivolgere un caldo invito – conclude Rinaldi – sia al Comune sia al Soprintendente alla effettuazione di un sopralluogo nella chiesa al fine di constatare di persona lo stato dei luoghi e, se è ancora possibile, salvare sia gli affreschi.

E l’appello ai tanti amanti delle memorie storiche ed artistiche della città a voler fornire, se in loro possesso, una foto degli affreschi che stanno ormai morendo definitivamente per far comprendere a noi tutti di quanta bellezza e civiltà ci stiamo inesorabilmente privando».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X