facebook rss

Karate Club Ascoli: 50 anni di attività festeggiati con il saggio finale

SPORT - Pubblico numeroso al palasport di Monticelli per la spettacolare dimostrazione che ha chiuso la stagione 2022-2023. Fondato nel 1973, è presieduto da Enzo Lori, mentre Costantino Brandozzi è il responsabile tecnico
...

 

Il palasport di Monticelli ha ospitato ad Ascoli il saggio conclusivo della stagione sportiva del Karate Club Ascoli, che nell’occasione ha festeggiato i 50 anni di attività. Era infatti il maggio 1973 quando, per la prima volta, il karate fece la sua prima comparsa ad Ascoli grazie a tecnici abruzzesi raccogliendo subito un primo nucleo di giovani appassionati. Tra questi Bruno Battilomo, che fu il primo presidente del Karate Club Ascoli, e Costantino Brandozzi, allora quindicenne che tutt’ora riveste il ruolo di responsabile tecnico del sodalizio.

 

Nel corso degli anni a Battilomo subentrò l’attuale presidente Enzo Lori, a sua volta insegnante tecnico. Ma centinaia sono stati i giovani che hanno calpestato il tatami del Karate Club Ascoli, attratti da questa disciplina giapponese, e molti di essi continuano a praticare, estendendo la passione anche ai propri figli.

 

Al saggio, dedicato prevalentemente alle fasce giovanili, le più “colpite” da due anni di inattività causata dalla pandemia covid, sono intervenuti anche l’assessore comunale alle Politiche sociali Massimiliano Brugni che ha portato i saluti del sindaco Marco Fioravanti e dell’assessore allo sport Nico Stallone – e Riccardo Meloni, responsabile nazionale delle risorse umane della società “Sport e Salute”, la società dello Stato che promuove lo sport e i corretti stili di vita.

 

I due ospiti hanno elogiato la cinquantennale attività svolta dal sodalizio ascolano nel diffondere il karate non solo nei suoi aspetti agonistici ma come utile strumento aggregativo per promuovere corretti comportamenti sociali quali il rispetto interpersonale, l’inclusione, il senso civico in generale.

 

Oltre alle dimostrazioni tecniche dei giovani atleti, il numeroso pubblico presente ha assistito all’esibizione di scherma giapponese ad opera dei tecnici del club presenti: Lorenzo Paolini, Lorenzo D’Angelo, Luca Esposto, Alessandro Marinelli, Mauro Pagnoni, Enzo Lori e Costantino Brandozzi.

 

Un menzione speciale va ai tecnici Giada De Benedictis, Alessandro Bracalè e Massimiliano Febo che seguono in particolare le fasce giovanili.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X