facebook rss

“Le radici del futuro”: giovani delle zone del terremoto protagonisti di laboratori artistici e giochi

IN PIENO svolgimento nelle province di Fermo e Ascoli la seconda fase del progetto promosso dalla Caritas Diocesana di Ascoli che, in collaborazione con la “Bottega della Speranza” coinvolge i Comuni di Acquasanta, Arquata, Montegallo, Roccafluvione e Venarotta. I Centri estivi della Diocesi di San Benedetto
...

Il laboratorio di Acquasanta

Sono nel pieno svolgimento i laboratori ludico-educativi dedicati ai ragazzi e giovani delle zone colpite dal terremoto del 2016 delle province di Ascoli e Fermo nell’ambito della seconda fase del progetto “Le radici del futuro”. Le attività di aggregazione ed i laboratori di creatività sono promossi dalla Caritas Diocesana di Ascoli grazie alla collaborazione della cooperativa Bottega della Speranza nei Comuni di Acquasanta, Arquata, Montegallo, Roccafluvione e Venarotta.

 

Grande interesse e molta partecipazione al primo laboratorio che si è svolto ad Acquasanta un laboratorio di street art ,con quattro appuntamenti, in cui i partecipanti hanno sperimentato diverse tecniche: pittura, graffiti writing e stencil. Nell’incontro finale di giovedì 29 giugno i ragazzi hanno realizzato un murales ed hanno scelto come tema la “trasformazione” ispirato alla farfalla ed al rapporto fra passato presente e futuro. Nella prima settimana di luglio le attività continuano a Roccafluvione con il centro estivo per i bambini e i ragazzi e poi continueranno nel mese di luglio con le attività laboratoriali ad Arquata.

 

Ad Amandola la parrocchia insieme alla Caritas Diocesana di Fermo attiverà il centro estivo a partire da lunedì 10 luglio con giochi e laboratori che vedranno come protagonisti i giovani animatori della Azione Cattolica ed i volontari della Caritas Parrocchiale, presso il Centro di Comunità Marta e Maria.

 

Per quanto riguarda il territorio della Diocesi di San Benedetto sono iniziati già nel mese di giugno i Centri Estivi che anche quest’anno sono realizzati da giovani animatori con il supporto dell’equipe diocesana che ha elaborato una specifica guida dal titolo “Cuori Aperti”.

 

Il progetto “Le radici del futuro 2”, avviato con il sostegno di Caritas Italiana e Caritas Bergamo è un progetto interdiocesano che è stato sviluppato a partire dal 2020, per accompagnare la fase di ripartenza e di rinascita delle zone colpite dal terremoto: proprio per questo le azioni progettuali pongono particolare attenzione alla crescita dei ragazzi e dei giovani, che sono le basi per lo sviluppo del territorio.

 

Info: www.leradicidelfuturo.it

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X