facebook rss

Ascoli, Viali: «Bravi nel cercare le trame di gioco. Mercato? Anche davanti può succedere qualcosa»

SERIE B - Il tecnico bianconero dopo l'amichevole contro il Tolentino: «Si chiude una prima parte di preparazione positiva. Vogliamo farci trovare pronti per il match di Verona. Dionisi e gli altri più esperti stanno lavorando con grande professionalità al netto di situazioni che potrebbero venirsi a creare. Giovane? Vedremo se la trattativa andrà a buon fine»
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

È sostanzialmente soddisfatto William Viali al termine dell’amichevole disputata dal suo Ascoli a Porto San Giorgio contro il Tolentino e terminata sul risultato di 5-0.

«Siamo arrivati qui con un carico di lavoro importante e penso si sia visto. Rimane positiva la voglia di partecipazione nella ricerca delle trame di gioco. Oggi si chiude una prima parte di preparazione positiva se togliamo l’infortunio di Tavcar. La velocità mentale nella ricerca delle azioni di gioco l’ho vista maggiormente rispetto al test con l’Atletico Ascoli, ma dobbiamo diventare più determinanti in zona gol anche se adesso è normale che manchi un po’ di lucidità a causa della forma fisica non al top. Il pubblico? Sappiamo che in questo territorio il tifo per l’Ascoli è molto caldo, c’è una proporzione molto alta tra tifosi del club e cittadini. Cercheremo di incanalare la preparazione verso il primo impegno ufficiale lavorando di più sulla velocità. Il 4-3-2-1? Non sarà l’unica soluzione che porteremo avanti, ma per il momento non vogliamo mettere confusione. La squadra insiste nel cercare le situazioni provate nonostante gli spazi stretti e questo mi fa piacere».

 

Poi Viali fa il punto su alcune situazioni specifiche e su quelle di alcuni singoli, soffermandosi anche su qualche tema di calciomercato: «Mezz’ala con il piede invertito? Non lo faccio sempre, ma ci sto lavorando da qualche anno e Caligara a piede invertito può vedere più campo ad esempio. Gnahorè? È una mezz’ala e non un regista, ha lavorato bene a Cascia ma deve prendere il ritmo partita. Dionisi? Lo sto vedendo carico per come lo conoscevo, anche lui ha partecipato con grande professionalità come tutti gli altri esperti del gruppo al di là di eventuali situazioni che si possono venire a creare da qui al 31 agosto. Falasco? Probabilmente pensa di avere qualche situazione di mercato e stiamo valutando cosa potrebbe accadere in futuro, ma oggi era out solo ed esclusivamente per acciacchi fisici così come D’Uffizi. Giovane? È una trattativa aperta da un po’, vediamo se andrà a buon fine. Dobbiamo completare la difesa, ma anche in attacco penso che potrebbe succedere qualcosa in entrata a livello di mercato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X