facebook rss

Emergenza immigrati a Lampedusa: tra i volontari di Croce Rossa anche gli ascolani Anna Maria e Maurizio

I DUE non hanno esitato ad utilizzare il permesso ferie per accorrere in aiuto ai profughi nell'hotspot dell'isola siciliana. La presidente della Cri di Ascoli: «Hanno messo le loro competenze e capacità al servizio di donne, bambini e uomini per cercare di rendere il più possibile caloroso il loro arrivo dopo un lungo ed atroce viaggio»
...

 

 

Emergenza immigrati a Lampedusa: nell’hotspot di accoglienza ci sono anche volontari ascolani della Croce Rossa, , Anna Maria e Maurizio, che hanno deciso di dedicare il loro permesso ferie per partecipare alla missione umanitaria.

«Anna Maria e Maurizio – commenta Cristiana Biancucci, presidente della Croce Rossa di Ascoli – hanno deciso di trascorrere le loro agognate ferie per aiutare chi approda disperatamente alle porte dell’Europa. Un’operazione umanitaria ha bisogno di uomini e donne di buona volontà e tanta solidarietà, come quella dimostrata dai nostri volontari che raccontano: “Le parole non bastano per descrivere il dramma che si sta consumando, ma non abbiamo esitato e siamo partiti”.

Posso solo ringraziare Anna Maria e Maurizio – continua la Biancucci – che hanno messo le loro competenze e capacità al servizio di donne, bambini e uomini per cercare di rendere il più possibile caloroso il loro arrivo dopo un lungo ed atroce viaggio». 

 

La Croce Rossa Italiana opera, tra le altre attività, per migliorare le condizioni di vita delle persone migranti, offrendo loro ascolto, accoglienza ed assistenza tout-court. Il supporto alla popolazione migrante rientra tra i compiti istituzionali e nella mission riconosciuti dallo statuto della Croce Rossa Italiana, come conferma l’impegno nella gestione delle emergenze umanitarie connesse ai fenomeni migratori, nonché la promozione e la difesa dei diritti umani delle persone migranti.

Al fine di assicurare adeguati livelli di accoglienza all’hotspot di Lampedusa, in relazione a situazioni di particolare affollamento, il Ministero dell’interno può avvalersi della Croce Rossa italiana per la gestione del predetto centro.

Per la realizzazione delle attività la Croce Rossa prevede l’impiego di personale, con competenze e capacità multidisciplinari tali da poter rispondere alle esigenze dei migranti, durante la permanenza presso il centro di accoglienza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X