Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook rss

Primaria “Carlo Alberto Dalla Chiesa”, via al nuovo polo scolastico

MONTEPRANDONE - Verrà demolito e ricostruito il plesso B, creata una palestra con ingresso autonomo, realizzati spazi comuni all’aperto. Investimento di 5 milioni di euro di fondi Pnrr
...

Con il sopralluogo e le fasi propedeutiche all’installazione del cantiere, questa mattina martedì 19 marzo, alla presenza del sindaco Sergio Loggi, del vice sindaco Daniela Morelli, del progettista Giorgio Marasca, del proprietario della “Marco Costruzioni” (ditta di Giulianova che si è aggiudicata l’appalto) sono partiti a Centobuchi di Monteprandone i lavori di realizzazione del nuovo polo scolastico “Carlo Alberto Dalla Chiesa” di Via Benedetto Croce.

Verrà realizzato un nuovo edificio scolastico con la demolizione e ricostruzione del plesso B che andrà ad accogliere i 225 alunni di undici classi attualmente ospitati nella scuola di Via Circonvallazione Sud, sempre a Centobuchi. Verrà realizzato con una struttura a pareti portanti in legno lamellare e fondazioni in cemento armato, una tecnologia a secco prefabbricata completamente antisismica e sicura. L’investimento è di 5 milioni di euro di fondi Pnrr.

La vice sindaco con delega all’Istruzione Daniela Morelli e l’assessore con delega all’edilizia scolastica Christian Ficcadenti: «Sarà una scuola innovativa, accessibile, inclusiva, orientata ai criteri della sostenibilità ambientale e all’avanguardia, verrà realizzata anche una palestra con ingresso autonomo rispetto alla scuola che potrà essere utilizzata sia dagli alunni in orario scolastico, sia dalle associazioni sportive in orario extrascolastico».

Il sindaco Sergio Loggi: «Trasformeremo la “Carlo Alberto Dalla Chiesa” in un vero e proprio polo scolastico con quattro edifici due plessi ad uso didattico, una palestra e una mensa scolastica. Dal 2021abbiamo investito quasi 13 milioni 250mila euro di fondi europei, nazionali, regionali e comunali per l’edilizia scolastica cittadina, con l’obiettivo di rendere le nostre scuole più sicure e vivibili».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X