Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook rss

Territorio, cultura e innovazione al centro del “MetroBorgo”: a Montalto due giorni di confronto e dibattito

MONTALTO MARCHE - Tra oggi e domani, il comune piceno ospiterà i rappresentanti di 19 comuni che hanno ottenuto un importante finanziamento nell’ambito della linea A del bando Pnrr dedicato all’attrattività dei borghi. Presenti anche i rappresentanti del Mic, della Regione e di stakeholder di caratura nazionale
...

 

Non una rappresentazione teatrale, non un concerto e neppure un dibattito culturale. Almeno per questa volta, a prendere la scena sul palco del teatro comunale della fiaba e della poesia è il futuro della comunità di Montalto.

 

Nel pomeriggio di oggi, giovedì 11 aprile, il borgo piceno ha ospitato la prima delle due giornate di “ArtLab. Territori, cultura e innovazione”, il più importante appuntamento nazionale dedicato all’innovazione delle politiche, dei programmi e delle pratiche culturali, promossa da Fondazione Fitzcarraldo in partnership con una rete di oltre 40 enti e soggetti pubblici, privati e filantropici nazionali e internazionali.

 

Una rete estesa in tutta Italia, che tra oggi e domani vedrà Montalto, borgo pilota per la Regione Marche, coordinare i lavori congressuali di una due giorni riservata alle realtà locali e ai relativi progetti vincitori del bando Pnrr “Attrattività dei Borghi – Linea A.

 

Il “Metroborgo MontaltoLab” – dal titolo del progetto presentato dall’Amministrazione Matricardi e finalizzato alla rigenerazione urbana, sociale, economica e culturale del territorio – ha dunque aperto le porte a sindaci, rappresentanti e delegazioni dei 19 comuni vincitori in tutta Italia, come anche all’unità di missione per l’attuazione Pnrr del Ministero della Cultura, all’Anci nazionale e a dirigenti di  regioni e province autonome giunte in paese da ogni angolo dell’Italia.

 

In un teatro come da pronostico tutto esaurito, il borgo piceno e Fondazione Fitzcarraldo, in collaborazione con una rete di oltre 40 enti e soggetti pubblici, privati e filantropici nazionali e internazionali, hanno riunito a Montalto amministratori, progettisti e imprenditori per fare il punto sulle prossime sfide da affrontare per la realizzazione di un progetto che, nella sola Montalto, darà vita a nove cantieri progettuali in altrettanti edifici storici di inestimabile valore artistico, culturale e affettivo, in un laboratorio in continua trasformazione in cui si possano coniugare i vantaggi degli ecosistemi metropolitani con la qualità di vita tipica di un borgo.

Daniel Matricardi, Angelantonio Orlando, il moderatore Luca Parodi e Antonella Galdi

 

Presenti alla cerimonia di inaugurazione dei lavori l’assessore regionale alla Cultura Chiara Biondi, il vicesegretario nazionale Anci Antonella Galdi, il direttore generale dell’unità di missione per l’attuazione Pnrr del Mic Angelantonio Orlando e, ovviamente, il sindaco Daniel Matricardi.

 

«Si tratta di un momento importantissimo per me e la mia comunità – commenta il primo cittadino – Ringrazio tutti i partecipanti e le istituzioni per un’adesione così notevole, ma in particolare i progettisti del mio comune, i veri eroi di questo percorso che stiamo portando avanti insieme ai miei colleghi sindaci.

 

Oggi Montalto è il centro di un’idea progettuale condivisa a livello nazionale alla quale tutti noi stiamo lavorando con profitto, il che mi rende particolarmente orgoglioso. Non si tratta solo di cantieri materiali, ma soprattutto di cantieri immateriali, che vedono protagonisti la comunità e tutti gli attori sociali che vivono la nostra collettività.

 

 

Abbiamo una grande responsabilità: possiamo limitarci a svolgere i nostri compiti oppure creare qualcosa di nuovo, replicabile, che resti nella storia del Paese per il recupero di paesi marginalizzati. Dipenderà dall’approccio che sceglieremo di adottare, ma sono convinto che lavorando in rete potremo cogliere un risultato storico».

 

Come ribadito dal sindaco, il frutto di un grande sforzo collettivo profuso in tutta Italia, da nord a sud, potrà condizionare il futuro delle comunità locali, indicando una nuova via all’insegna di una fruttuosa cooperazione tra Stato, regioni, comuni e territori.

 

«Saranno due giornate importantissime, promosse nel vivo della realizzazione di un progetto che può trasformare la realtà dei comuni e configurarsi come un programma strategico per il nostro Paese – conferma Antonella GaldiHo avuto modo di conoscere queste realtà e ho scoperto un potenziale enorme, in grado di attirare giovani che possono scoprire nuove opportunità, generando occupazione in luoghi che vale la pena rigenerare e vivere.

 

 

Sarà fondamentale riuscire a lavorare insieme, sostenendo la crescita di questi territori senza limitarsi ad accendere solo una luce temporanea. Abbiamo il compito di far rivivere dei borghi che rischiano lo spopolamento e di dare nuova vita a contesti già piuttosto animati, come nel caso di Montalto, che tuttavia possono ambire a traguardi ancora più significativi grazie alla realizzazione di un progetto che non riguarda solo 21 comuni, ma l’intero Paese».

 

Prima di passare alla relazione operativa sullo stato di avanzamento dei progetti e all’illustrazione del decreto Pnrr dello scorso 2 marzo, il direttore Orlando ha messo in evidenza il notevole coordinamento messo in campo in queste prime fasi del progetto, frutto di una profonda unità d’intenti a livello nazionale e territoriale.

 

«Tutti i passaggi svolti fin qui sono stati oggetto di un ampio confronto tra le istituzioni coinvolte – assicura – Quest’anno sarà fondamentale per mettere a terra e portare avanti i lavori relativi a progetti di matrice culturale complessa, al dì là dell’aspetto prettamente materiale.

 

Con questo stesso spirito sarà opportuno non fermarsi al 2026, bensì innescare una scintilla per proseguire in questa direzione. Dopo oltre 100 riunioni, questa due giorni rappresenterà l’occasione per incontrare di persona diversi rappresentanti istituzionali. In questo senso, ho garantito la presenza dei miei collaboratori per promuovere un confronto più efficace, confermando la disponibilità ad affiancare investimenti che ci stanno dando molta soddisfazione».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X