Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook rss

Colle San Marco, pioggia e freddo non fermano la festa (Video e foto)

ASCOLI - Già dalla vigilia in tantissimi, soprattutto giovani, si sono riversati tra pianoro e dintorni nonostante il meteo poco clemente degi ultimi tempi. Maxi lavoro per attività commerciali e perla Polizia locale. Il Colle si conferma la meta preferita nel giorno che ricorda la Liberazione dell'Italia dall'occupazione nazista e dal regime fascista
...
Campeggiatori a San Marco nella mattinata del 25 aprile

 

di Luca Capponi

 

Pioggia e freddo non fermano gli inossidabili campeggiatori del pianoro. Impronosticata, eppure l’affluenza è ai livelli a cui la data del 25 aprile ha storicamente abituato Colle San Marco, la meta preferita dagli ascolani in questa giornata di festa, soprattutto dai giovani.

Le tende sul pianoro nella prima mattina del 25 aprile

 

Bando al meteo poco clemente degli ultimi giorni, dunque, e tende che che spuntano come funghi già dalla vigilia, prodromo a una giornata, quella odierna, in cui il sole dovrebbe dare una ulteriore mano a chi cerca un po’ di svago e di relax. Sperando ovviamente che il senso civico non soccomba sotto i colpi di alcol e maleducazione, magari anche grazie alle centinaia di kit per la raccolta differenziata che quest’anno per la prima volta vengono distribuiti in loco dai volontari, per evitare le distese di rifiuti che nel day after trasformano il pianoro in una discarica a cielo aperto (leggi qui).

Volontari al lavoro per consegnare i kit anti rifiuti

 

Nel frattempo, ai tantissimi che hanno trascorso la notte sul colle si aggiungeranno gli immancabili passeggiatori che, altra consuetudine, raggiungono San Marco partendo a piedi da Ascoli o dalle Piagge, attraversando i bei boschi che caratterizzano la zona, magari abbinando una visita all’omonimo eremo rupestre, alle rovine del convento di San Lorenzo o alla vicina grotta del Beato Corrado. O a chi, in maniera molto più rilassata, preferisce arrivarci direttamente in auto. Maxi lavoro, dunque, non solo per le attività di ristorazione e somministrazione, ma anche per la Polizia locale che si occupa di gestire il traffico.

 

Senza dimenticare, e come si potrebbe, la commemorazione in occasione del 79° anniversario della Liberazione d’Italia dall’occupazione nazista e dal regime fascista, che vivrà il suo clou nella zona del Sacrario Partigiano (inaugurato nel 1965 dall’allora presidente del Consiglio Aldo Moro), monumento simbolo che ricorda le vittime degli scontri tra i partigiani ascolani e le truppe tedesche.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X