facebook rss

Drammatico epilogo, la rissa finisce in tragedia: morto il giovane accoltellato

DALLE MARCHE – Il ragazzo era stato ricoverato, dopo la rissa di Porto Sant'Elpidio, all’ospedale Torrette in condizioni gravissime. Era in prognosi riservata nel reparto di Terapia intensiva. Poi il tragico epilogo. Ora l’accoltellatore dovrà rispondere del reato pesantissimo di omicidio. Proseguono le indagini della Squadra Mobile della Questura di Fermo
...

Il luogo della tragedia

di Matteo Malaspina

 

Non ce l’ha fatta il ragazzo di origini tunisine di circa 20 anni che mercoledì notte a Porto Sant’Elpidio è stato ferito gravemente, con un’arma da taglio, nel corso di una rissa che ha visto coinvolte quattro persone. Un fatto di sangue che ha scosso l’intera comunità elpidiense e non solo, e che ha riacutizzato il problema sicurezza in città, con una sanguinosa rissa scoppiata in piazza Garibaldi, nel cuore della città, intorno alle 4,30 di notte.

 

Le quattro le persone coinvolte nella rissa, tutte di origini nordafricane, hanno riportato delle ferite. Due in forma lieve, altre due in maniera più grave. Il più grave dei quattro, le cui condizioni sono subito apparse disperate ai sanitari intervenuti in piazza Garibaldi, è stato trasferito nella notte all’ospedale Torrette. Colpito da due arresti cardiaci, è stato ricoverato nel reparto di Terapia intensiva. E la sua prognosi, ieri pomeriggio, stando al bollettino medico del nosocomio dorico, era riservata. Una condizione a dir poco critica, evidentemente peggiorata nel corso della nottata fino al tragico epilogo.

E ora colui che ha sferrato i fendenti dovrà rispondere di omicidio. Un capitolo drammatico che va ad aggiungersi allo scacchiere investigativo condotto dalla Polizia di Stato che, intervenuta mercoledì notte in piazza Garibaldi insieme ai sanitari, ha subito identificato le persone coinvolte nella rissa. Gli agenti della Squadra Mobile hanno rapidamente delineato la dinamica dell’accaduto per poi mettersi al lavoro per risalire alle cause, ai moventi, che hanno spinto quelle quattro persone a dare vita alla furibonda rissa in centro. Nessuna pista ufficiale, per il momento, nessuna esclusa. Un fatto di sangue finito in tragedia, che dovrebbe far riflettere tutti, a partire dalla politica, su una situazione, in termini di sicurezza nel Fermano, che definire incandescente è dire poco.

(notizia in aggiornamento)

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X