facebook rss

Samb tra sogni e realtà: Sbaffo e Kerjota per volare, si attende anche Faccioli, la tifoseria spera

SERIE D - Giorni decisivi sia per definire le trattative con quelli che sarebbero due autentici "colpi" per la categoria, sia per l'arrivo del direttore generale Luca Faccioli
...

Alessandro Sbaffo

 

di Pier Paolo Flammini

 

Si dice che Vittorio Massi, nelle ultime ore, sia più concentrato che mai. Poche parole, poche distrazioni, ma una attenzione alle mosse per le prossime ore che potrebbero cambiare il peso nella Samb nei prossimi mesi. Cominciamo dal vertice dell’organizzazione dirigenziale: Luca Faccioli, dopo i due incontri (il primo a Milano lo scorso 29 maggio) delle scorse settimane, dovrebbe essere annunciato ufficialmente a breve, dopo aver coordinato l’occupazione alla Samb con il suo attuale ruolo alla Infront, società multinazionale che si occupa di eventi sportivi, e che, chissà, in futuro potrebbe sviluppare delle iniziative anche a San Benedetto, se i tempi saranno maturi.

 

Ma il tema che fa battere il cuore alla tifoseria rossoblù e probabilmente anche a Vittorio Massi è quello del calciomercato: nessun annuncio, fino ad ora, né in entrata né in uscita, ma movimenti sul punto di essere ufficializzati. Se a centrocampo manca solo la firma per l’arrivo del play maker Guadalupi e per l’incursore Bernaola, e come esterno d’attacco è dato in arrivo Baldassi dall’Ischia, sono due i nomi che in questo momento fanno sognare la tifoseria e che farebbero spostare l’asticella della Samb da pretendente alla vittoria ad assoluta favorita.

 

Parliamo del fantasista della Recanatese Alessandro Sbaffo, classe 1990, il quale però è richiestissimo anche in Serie C, tra cui Perugia ed Entella, e Siena in Serie D. Sbaffo è un nome espressamente richiesto da Massi. Ventidue marcature nell’anno della promozione in Serie C dei leopardiani, 25 nei due campionati successivi in C più tre nello spareggio play out con la Vis Pesaro, Sbaffo deve decidere se arrivare a San Benedetto e diventare il simbolo di una città pronta all’assalto alla C, o seguire altre sirene. L’impressione è che si sia arrivati alla stretta finale, tra il fine settimana e lunedì prossimo la situazione dovrà definirsi in un modo o nell’altro.

 

Anche per questo motivo la Samb sta cercando il secondo colpaccio del calciomercato: che arrivi o no Sbaffo, l’altro nome, quello di Sabah Kerjota, esterno destro della Vigor Senigallia classe 2001, 19 gol in due campionati alla Vigor Senigallia e ben 16 assist nell’ultimo campionato (interessa a molte squadre di D tra cui Pistoiese e Piacenza). Esterno destro (l’eventuale suo arrivo sancirebbe il probabile sacrificio di Senigagliesi, però), la Samb si è rituffata sulla pista dell’attaccante albanese: un nome di richiamo in alternativa ad un eventuale “no” di Sbaffo o il tentativo di avere un’accoppiata da sogno per la Serie D? Difficile sapere come si districherà la matassa, anche se l’impressione è che si vivano ore fondamentali per definire il volto della prossima Samb: in special modo Sbaffo potrebbe essere un giocatore che invoglierebbe a disegnare un 4-2-3-1.

 

Altri arrivi attesi, il brasiliano Mateus Castro da Silva (17 gol per lui lo scorso campionato) e in subordine l’attaccante Moretti, già inseguito in passato. Ma Tomassini (14 gol per lui con la Samb) si avvicinerà a casa, nel Foligno, mentre per il portiere, sfumato Marone, potrebbe tornare alla Samb Nobile, lo scorso anno al Foggia.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X