Quantcast
facebook rss

Il Cavalluccio compie 30 anni,
«Vanto di San Benedetto»

COMPLEANNO - Ricevuta in Municipio la gloriosa società di nuoto per disabili. L'elogio degli amministratori
...

di Benedetto Marinangeli

La più grande vittoria, questo lo slogan coniato dalla Cavalluccio Marino San Benedetto per festeggiare il suo trentennale. Dirigenti, tecnici ed atleti si sono ritrovati nel’ aula consiliare di viale De Gasperi alla presenza del sindaco Pasqualino Piunti, degli assessori Pierluigi Tassotti e Emanuela Carboni e dei massimi vertici regionali della Fisd e della Federazione Italiana Nuoto Paralmipico.
«Siamo nati nel 1987 – dice il presidente della Cavalluccio Marino Diego Hunterhuber – e già l’ anno successivo abbiamo preso parte alla prima edizione del campionato regionale di nuoto per disabili. Nel 1997 abbiamo organizzato alla piscina Gregori scoperta il Campionato nazionale paralimpico, una grande manifestazione che tutti ricordano con affetto. Cento ragazzi della nostra società sono arriva al nuoto agonistico, altri 200 hanno svolto attività sportiva senza arrivare alle gare. Numeri importanti».
Hunterhuber snocciola, poi i risultati conseguiti a livello internazionale dalla Cavalluccio Marino.

«Nel 1990 – prosegue nella sua analisi – Dario Trobbiani ha conquistato due medaglie di bronzo, nel 1998 è stata Vanessa Cicchi a conquistare un importante piazzamento a Sheffield. Nel 2002 Sara Rivosecchi e Damaso D’Emidio hanno vinto la medaglia d’oro ai Campionati Europei giovanili. Ed in quell’ anno è iniziata l’epopea di Francesco Fiscaletti che nel 2010 ha portato a casa un argento ed un bronzo nella staffetta ai mondiali, per poi vincere l’oro nell’ anno successivo a Taipei sempre nella staffetta».

«La Cavalluccio Marino – è il sindaco Pasqualino Piunti che parla – compie trenta anni e li dimostra tutti. Queste mie parole sono un elogio per la grande crescita di questa società negli anni ottenuta con tante vittorie e vanto per la nostra città. Come Amministrazione comunale siamo onorati oggi di essere qui. San Benedetto è una città da sempre attenta al sociale ed alla solidarietà e la presenza dei vertici dello sport paralimpico è una soddisfazione per chi governa la città».

«Per noi amministratori – aggiunge Emanuela Carboni assessore alle Politiche sociali – è un onore ed un motivo di vanto avere ospiti nell’ emiciclo la Cavalluccio Marino che da trenta anni svolge una lodevole attività riconosciuta da tutti. Come Comune puntiamo ad aiutare e a contribuire allo sviluppo di queste attività. La nostra intenzione è di sviluppare anche il concetto dopo di noi, riferito ai genitori, e faremo di tutto per dare una vita dignitosa a persone con disabilità dopo la famiglia».
Per l’occasione è stato presentato anche il libro “La mia vita nel nuoto” realizzato da Piergiorgio Tommolini che ha ricevuto in dono anche una pergamena da parte del sindaco Piunti.

Inoltre presso la sala consiliare è stata allestita la mostra fotografica “Trent’anni di storia”. Giovedì 7 dicembre si terrà presso il Villa Picena Resort una cena sociale di beneficienza, mentre il 14 dicembre ecco il gran finale alla Kabina Welcome con estrazione della lotteria del trentennale.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X