facebook rss

L’Ospedale Marche sud non decolla,
tutti gli altri vanno avanti

IL NODO - Mentre avanzano i nuovi nosocomi di Fermo, Amandola, Macerata e Pesaro, che fine ha fatto quello per il Piceno?

di Franco De Marco

Che fine ha fatto il progetto per il nuovo ospedale unico Marche Sud? Dopo le vampate sul finire della legislatura regionale di Gian Mario Spacca e all’inizio di quella di Luca Ceriscioli, non se ne sente più parlare. Nel frattempo però è stato dato, giustamente, il via libera alla costruzione del nuovo ospedale di Fermo e di quello di Amandola danneggiato dal terremoto. Ed è stata scelta la localizzazione, pur in mezzo a non poche critiche provenienti da Civitanova, del nuovo ospedale unico della Provincia di Macerata in zona Pieve di Macerata. Per il nuovo nuovo ospedale unico Marche Nord (Pesaro-Fano), per la verità deciso da molto tempo ed incredibilmente impantanato per le diatribe su dove costruire, la scelta dell’algoritmo e dei tecnici regionali è stata quella di Muraglia quartiere a sud di Pesaro. Ma la localizzazione è ancora oggetto di interminabili discussioni. Chissà se se ne uscirà.
Nel Piceno non solo ancora non c’è la proposta di localizzazione da parte della Conferenza dei sindaci, che rimanda alla Regione pur abbracciando il progetto, ma non c’è nemmeno quella della Regione che rimanda ai sindaci. Auguriamoci di sbagliare ma con questo andamento l’operazione rischia di finire nella nebbia più profonda. Oppure c’è un ripensamento sulla pianificazione dei servizi sanitari? Ognuna delle parti attende la mossa dell’altro. Intanto il tempo passa. I sindaci di Ascoli Guido Castelli e di San Benedetto Pasqualino Piunti mugugnano sostenendo il solito ritornello del Piceno sempre all’ultimo posto nelle Marche per le risorse e le attrezzature a disposizione della sanità. Eppure tutti concordano nella necessità di una nuova ed altamente specializzata struttura per acuti che faccia risparmiare costi e offra un servizio migliore. Tantomeno si ipotizza quale sarà nel futuro il ruolo del Mazzoni e del Madonna del Soccorso. Eppure questa sarebbe una decisione importante quanto quella della nuova struttura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X