facebook rss

Ospedale Marche Sud, Castelli accusa:
«Prima le risorse, poi diciamo dove»

Il sindaco si scaglia contro il presidente della Regione Ceriscioli. «Da due anni aspettiamo anche il nuovo piano sociosanitario». Sulla sanità è scontro continuo  

di Franco De Marco

Guido Castelli

«E’ una vergogna come viene trattata dalla Regione la questione del nuovo ospedale Marche Sud».  Il sindaco di Ascoli Guido Castelli è durissimo, come spesso fa, verso il governo regionale. «Il nuovo ospedale di Fermo – dice – è finanziato,  l’ospedale di Macerata va avanti. Amandola pure. La cosa grave è che, per quanto riguarda Ascoli, non  sono state mai indicate le risorse. Io e il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti abbiamo detto: siamo pronti a misurarci sul piano della localizzazione nel momento in cui ci vengono garantite le risorse. Le risorse però non ci sono ancora state garantite». Il primo cittadino ascolano attacca in particolare il presidente della Regione Luca Ceriscioli. «Ceriscoli  – afferma – non può giocare dicendo: prima mi dovete dire dove si costruisce poi  vi dico le risorse. E’ esattamente il contrario. Al di là di tante dichiarazioni non parte nemmeno il nuovo ospedale Marche Nord di Pesaro-Fano. Ceriscioli per essere credibile deve, da un lato, che almeno a casa sua, a Pesaro, dove sono partiti da 6 anni ,si faccia il nuovo ospedale. Dall’altro, per quanto riguarda il Piceno, deve indicarci e garantirci le risorse». Infine Castelli punta il dito contro un altro aspetto della sanità picena e marchigiana. «Noto ulteriormente – sono le sue parole –  che il piano sociosanitario regionale è scaduto. Ormai sono due anni che attendiamo le nuove linee guida. Sarebbe l’occasione per dire una parola chiara su questo argomento».

L’Ospedale Marche sud non decolla, tutti gli altri vanno avanti


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X