Quantcast
facebook rss

Samb: col Pordenone finisce 1-1,
“Riviera” tabù per i rossoblù

SERIE C - La squadra di Capuano non vince in casa dall'8 ottobre. Botta e risposta nella ripresa: Rapisarda risponde al vantaggio Magnaghi. Nel finale espulso Di Massimo. Le due squadre scivolano al 4° posto, superate dalla FeralpiSalò
...

Il gol di Rapisarda con cui la Samb ha annullato il vantaggio del Pordenone (Foto Alberto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

Finisce 1-1 il big match per il terzo posto del girone B tra Samb e Pordenone in una gara ad altissima tensione, soprattutto nel finale, quando gli animi si sono surriscaldati dopo l’espulsione di Di Massimo ed il rigore negato alla Samb. Emozionante la scenografia allestita dalla curva nord Massimo Cioffi colorata di rossoblù con sciarpe di carta con la scritta “Luca non mollare”. Due gli striscioni che campeggiavano nel settore più caldo del Riviera delle Palme: “Luca non mollare, San Benedetto ti sta ad aspettare” e “Uniti in un grido di rabbia, Luca non mollare”.

Capuano schiera tatticamente la sua Samb come contro il Teramo con alcune varianti per quanto riguarda gli uomini in campo. Vallocchia per lo squalificato Gelonese ed Esposito a ridosso di Miracoli. Tra i pali c’è Pegorin al posto dell’ infortunato Aridità. Dall’altra parte Leonardo Colucci conferma lo stesso undici di Cagliari con il tridente offensivo formato da Sainz Maza, Magnaghi e Berrettoni con quest’ultimo che in fase di non possesso arretra il suo raggio d’azione. Il campo estremamente pesante, a causa della pioggia caduta abbondante nelle ore precedenti la gara, limita lo spettacolo a livello tecnico con le due squadre che, però, non lesinano impegno e vis agonistica.
Al 27’ una gran punizione di sinistro di Tomi viene respinta da Perilli. Si tratta della prima conclusione in porta dell’incontro. E’ la Samb ad essere più propositiva e al 39’ è Rapisarda a far correre un brivido a Perilli con un colpo di testa su cross di Vallocchia. Due minuti dopo è Bassoli a provarci per il Pordenone ma la palla si perde alta sulla traversa.

I rossoblù salutano i tifosi della Nord

Nella ripresa i ramarri passano in vantaggio al 7’. Lulli in verticale per Maza che entra in area, Pegorin si oppone con Magnaghi che è il più svelto di tutti a ribadire in rete. Ancora Lulli al 10’ con Pegorin che blocca a terra. Capuano sostituisce Miracoli con Di Massimo per dare più fantasia al reparto offensivo. Si scatena il diluvio sul Riviera delle Palme. La Samb raggiunge il pareggio al 23’. Esposito per Di Massimo che entra in area con il pallone che viene intercettato da Stefani ma è velocissimo Rapisarda a ribadirlo in ree. E’ ancora il numero 14 rossoblù a chiamare alla respinta con i pugni Perilli (31’). Al 41’ è Burrai ad impegnare Pegorin nella parta a terra. Al 44’, una conclusione di Danza respinta da Pegorin colpisce il palo con l’estremo difensore rossoblù che in due tempi fa sua la sfera. Un minuto dopo Di Massimo viene messo giù in area ma Marchetti di Ostia Lido lascia correre ed anzi espelle l’attaccante rossoblù per proteste.

SAMBENEDETTESE (3-5-1-1): Pegorin 6; Conson 6,5 Miceli 6,5 Patti 6,5; Rapisarda 7,5 Bove 6,5 Bacinovic 6 (42’st Di Cecco sv) Vallocchia 6,5 Tomi 6; Esposito 6 (26’st Valente 6); Miracoli 5,5 (10’st Di Massimo 6,5). A disp.: Raccichini, Ceka, Troianiello, Di Pasquale, Candellori, Trillò. All.: Capuano 6.

PORDENONE (4-3-3): Perilli 6,5; Formiconi 6 Stefani 6 Parodi 6 Nunzella 6; Misuraca 6 (48’st Raffini sv) Burrai 6 Lulli 6 (37’st Danza 6); Sainz-Maza 6,5 (37’st Martignago sv) Magnaghi 7 Berrettoni 6 (30’st Ciurria 6). A disp.: Zommers, De Agostini, Parodi, Buratto, Pellegrini, Visentin, Silvestro. All.: Colucci 6.

ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido 6 (assistenti Guglielmi e Colizzi).

MARCATORI: 7’st Magnaghi, 23’st Rapisarda.

NOTE: ammoniti Nunzella (P), Miceli (S), Bacinovic (S), Misuraca (P), Burrai (P), Conson (S), Formiconi (P). Espulso 45’st Di Massimo (S) per proteste. Spettatori 3.500 circa. Angoli 4-4. Recupero 1’ pt, 3’ st.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X