facebook rss

Ricaricava la sua postepay
dal conto di un’azienda agricola

ASCOLI - Quasi mille euro sono stati sottratti in modo fraudolento. L'uomo deve rispondere del reato di truffa
...

Ricaricava la sua carta prepagata facendo prelievi “non autorizzati” per quasi mille euro dal conto di un’ignara azienda agricola pugliese. Per questo motivo si è aperto in Tribunale il processo a carico di un uomo, difeso dall’avvocato Mauro Gionni, che deve rispondere del reato di truffa. Attraverso l’accesso abusivo al conto online dell’azienda, infatti, l’imputato era riuscito ad effettuare due bonifici on line ricaricando la sua prepagata.

L’avvocato Mauro Gionni

Dopo la ricarica, l’uomo aveva provveduto a prelevare due somme di denaro cash il giorno stesso e quello successivo alla truffa. Nel corso dell’ultima udienza è stata ascoltana un’agente della Polizia Postale che però ha detto che non è stato possibile a risalire all’indirizzo Ip da cui è stato fatto l’ordine di pagamento che è poi arrivato sul conto postale dell’imputato.

Nella prossima udienza saranno ascoltati il poliziotto di Trani che ha raccolto la querela e la persona a cui sono stati sottratti i soldi.

(servizio aggiornato alle 13,22)


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X