Quantcast
facebook rss

“Il digiuno degli occhi”, martedì
cena alla Pizzeria “Da Bruno”
con ragazzi non vedenti-camerieri

ASCOLI - La singolare iniziativa è organizzata nel locale di via Palestro dalla "Polisportiva Picena" che partecipa al campionato di serie A di torball. Si mangerà al buio con intermezzi musicali
...

 

Bruno Tosti della Pizzeria “Da Bruno” in cucina, pronto a infornare una delle sue tante pizze

Serviti a tavola, per la cena, da ragazzi non vedenti improvvisati camerieri. Promotrice, ad Ascoli, della singolare iniziativa – in pieno spirito natalizio – è la “Picena non vedenti”, associazione sportiva dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Ascoli che unitamente alla sezione di Fermo conta circa 900 iscritti di ogni età, dai bambini di pochi anni ad ultra novantenni. Appuntamento martedì prossimo 19 dicembre (ore 20) alla pizzeria pub “Da Bruno” in via Palestro per “ll digiuno degli occhi”, una cena in una sala completamente buia dove gli ospiti saranno serviti da camerieri non vedenti come Marco Piergallini, Davide Valacchi e altri, dotati di lodevole spirito di iniziativa, il tutto grazie alla collaborazione del titolare Bruno Tosti. Il menù comprende: antipasti, amatriciana, braciola di maiale con patatine fritte; il dolce sarà servito al lume di candela. Durante la cena ci saranno sorprese musicali. Prezzo 30 euro (gradita la prenotazione allo 0736.250475). Quello di martedì prossimo non sarà un evento unico ma ne seguiranno altri.

Giovanni Palumbieri (primo in piedi a destra) con i suoi ragazzi della squadra di torball

La “Picena non vedenti” disputa il campionato di Torball (calcio per ciechi) con 11 calciatori guidati dall’allenatore Giovanni Palumbieri. Il presidente è Marco Piergallini, il segretario Lorenzo Luciani, i dirigenti: Francesco Apostoli, Attilio Lattanzi (vice presidente), Roberto Cipollini e Agnese Ferretti. Il campionato è organizzato dalla Federazione Fispic (Federazione italiana sport paralimpici per ipovedenti e ciechi): 12 squadre in serie A (fra cui quella ascolana) e 12 in B. Si gioca con un pallone sonoro in gomma e ogni formazione è composta da 3 giocatori, con 3 riserve. Nella prima giornata, disputata a Roccafluvione, si sono affrontate 6 squadre in un mini torneo: Picena non vedenti, Napoli, Campobasso, Teramo, Reggina (Reggio Calabria) e la siciliana Augusta (Siracusa). La compagine ascolana, che punta alla salvezza in serie A ha conquistato il suo primo punto.

Bru.Fer.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X