Quantcast
facebook rss

Processo Casa di Alice,
un testimone inguaia gli educatori

FERMO - Importante udienza in Tribunale per i fatti relativi al centro di Grottammare specializzato nell'accoglienza di minori autistici. Il processo si avvia verso la fase finale, sentenza attesa a maggio
...

Udienza molto importante questo pomeriggio a Fermo nel corso del processo per presunti maltrattamenti ai bambini autistici da parte degli educatori della Casa di Alice di Grottammare, il centro finito al centro di un blitz dei carabinieri nel 2014. Un operatore del centro, infatti,  ha raccontato di aver visto chiudere a chiave dentro alla cosiddetta stanza azzurra i bambini anche senza reali motivi.

Il tribunale di Fermo

Ha raccontato anche dei panini portati da casa dagli ospiti e che non sarebbero stati fatti consumare all’interno del centro e che in alcune occasioni i ragazzi sarebbero stati chiusi dentro e che le chiavi non si trovavano subito per riaprire la stanza. Accuse che gli imputati avevano già respinto in passato ricordando come l’utilizzo della stanza per il cosiddetto “time out” sia servita per evitare atti di autolesionismo o di violenza nei confronti di altri ospiti. Di diverso avviso uno degli avvocati dei familiari degli ospiti, Mauro Gionni.

«Insieme alle riprese -afferma- la testimonianza odierna è sicuramente un fattore chiave in ottica del processo». Lo stesso testimone era stato accusato di essere andato dai Carabinieri per denunciare i colleghi, mentre lo stesso ha affermato di essere stato interrogato al momento dello scoppio del caso. Le udienze continueranno fino a maggio quando è attesa la sentenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X