facebook rss

Mercato Ascoli: Di Francesco
e Favilli alla Juve a gennaio
Ma i rinforzi segnano il passo

SERIE B - L’esterno d'attacco della Primavera (17 anni) è assistito dal procuratore Di Campli, molto legato all’Ascoli e alla società campione d’Italia. La società deve muoversi subito, ma l’ultimo posto complica tutto

Davide Di Francesco, punto di forza della Primavera dell’Ascoli Picchio

di Bruno Ferretti

Il baby bianconero Davide Di Francesco, potrebbe passare alla Juventus durante il mercato di gennaio senza aspettare la fine del campionato. Il promettente esterno destro d’attacco della Primavera dell’Ascoli Picchio è stato visionato dagli osservatori della Juve e le valutazioni sono stati concordemente positive. Di Francesco, abruzzese, ha 17 anni e sta nell’Ascoli da quattro stagioni. Ora gioca nella Primavera di mister Di Mascio dopo aver fatto la trafila nelle formazioni Giovanissimi e Allievi. E’ un ragazzo molto interessante che come caratteristiche di gioco si può considerare come una via di mezzo fra Alessandro Eleuteri e Riccardo Orsolini, altri due prodotti del settore giovanile dell’Ascoli passati di recente alla Juventus.

Andrea Favilli

Eleuteri, svincolato a sorpresa dall’Ascoli dopo le due stagioni trascorse a Torino (con molte presenze nella Nazionale Under 17) è stato ingaggiato dall’Atalanta proprio nell’ultimo giorno dello scorso mercato estivo, e poi girato in prestito alla Pistoiese in Lega Pro dove c’è un altro ragazzo ex Ascoli, il difensore Quaranta. Orsolini, invece, ha sottoscritto con la Juve un contratto di quattro anni prima di passare in prestito all’Atalanta, ma non è escluso che al mercato di gennaio possa andare in una squadra – sempre di serie A – per dove possa avere più spazio, fermo restando la sua appartenenza alla Juve che punta molto su di lui (Orsolini è già nell’Under 21 azzurra, dopo aver vinto la medaglia di bronzo con l’Italia Under 20 ai Mondiali in Corea, grazie ai suoi gol che gli valsero la “scarpa d’oro”).

Riccardo Orsolini

Di Francesco ha in comune con Orsolini (e Favilli) il procuratore Danilo Di Campli, molto vicino all’Ascoli Picchio e al presidente Bellini. E Di Campli ha molti legami con gli uomini della Juve operativi sul mercato, ovvero il dg Marotta e il ds Paratici. Sarà lui, con i dirigenti dell’Ascoli, a condurre la trattativa. La Juventus vorrebbe prelevare subito Di Francesco dall’Ascoli per valutarlo meglio da vicino. E su questo si sta lavorando.

Anche il ritorno di Favilli alla Juve potrebbe essere formalizzato a gennaio e non è escluso che le due operazioni possano essere concatenate.

Resta il fatto che si continua a parlare di cessioni mentre sul fronte dei rinforzi non si registrano novità di rilievo. Girano i soliti nomi ma nessuno può escludere qualche sorpresa. Vero è che non è facile per una squadra ultima in classifica trovare calciatori di categoria disposti ad accettare il trasferimento ma l’Ascoli dovrà muoversi con tempestività evitando di aspettare gli ultimi giorni di gennaio. Come quasi sempre è accaduto in passato. Stavolta c’è una classifica che non aspetta.

Carlo Ilari

Negli ultimi anni, prima di Eleuteri e Orsolini, l’Ascoli aveva ceduto alla Juventus l’attaccante Lorenzo Marchionni che giocò anche nella Primavera del Chievo, Jacopo Ciarmela che è tornato all’Ascoli dopo 5 anni (ora è in prestito alla Fermana) dopo aver giocato anche nella Primavera del Cesena, e il centrocampista offensivo Carlo Ilari il quale dopo la Primavera juventina ha indossato le maglie di Feralpi Salò, Barletta, Catanzaro, Santarcangelo ed ora è un punto di forza del Teramo in Lega Pro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X