Quantcast
facebook rss

Schiaffi e pugni al figlio di 7 mesi:
arrestato giovane padre 24enne

Il caso esplode all’ospedale Mazzoni

...

di Andrea Ferretti

La giovane donna era arrivata all’ospedale Mazzoni di Ascoli con un bambino di 7 mesi che aveva strane ematomi sul volto e sulla testa. Aveva detto che il piccolo era accidentalmente caduto in casa, ma non le aveva creduto nessuno. Nè al Pronto soccorso nè, poco dopo, nel reparto di Pediatria. Lì medici e infermieri sono abituati a vederne di tutti i colori e hanno un’esperienza tale che capiscono a volo costa è successo in casi come questo. Ad avvalorare questa ipotesi c’è stato anche l’intervento di un addetto alla sicurezza del Mazzoni per calmare l’uomo dimostratosi molto aggressivo nei confronti della moglie anche nelle stanze e nei corridoi dell’ospedale. Del caso sono stati interessati i Carabinieri di Ascoli i quali  hanno iniziato a indagare su questa famigliola residente a Grisciano, non lontano da Ascoli, ma in provincia di Rieti. Alla fine è saltato fuori che il 24enne, un albanese, aveva picchiato sia il bambino di 7 mesi che la moglie che tentata di difendere il piccino nato la scorsa estate. Lesioni e maltrattamenti sono i reati di cui ora deve rispondere all’autorità giudiziaria.

I militari dell’Arma di Ascoli hanno chiesto la collaborazione dei colleghi di Cittaducale (Rieti) che hanno avuto modo di appurare meglio come stavano in realtà le cose e cosa accadeva in quell’abitazione di Grisciano. La coppia ha anche un altro figlio di 4 anni e sembra che il giovane padre era solito alzare il gomito per poi sfogarsi su moglie e figli quando tornava a casa ubriaco. Faceva così anche quando la moglie si recava a lavoro e lui rimaneva da solo con i figli. E’ poi emerso che l’albanese era noto alle forze dell’ordine per reati contro la persona e il patrimonio. Come dire: un esempio di giovane padre da seguire.

Pochi giorni fa la goccia che ha fatto traboccare il vaso. La giovanissima moglie è tornata a casa ed ha subito capito che il piccolo era stato picchiato con schiaffi e pugni. A quel punto decideva di portarlo all’ospedale di Ascoli. A mettere fine a questa assurda violenza domestica ci hanno pensato i Carabinieri che si sono avvalsi del prezioso apporto di alcune colleghe le quali hanno parlato con la donna che ha confidato tutto quello che succedeva nella loro casa di Grisciano e le violenze subìte da tempo da lei e dai suoi bambini. Il 24enne ora si trova in carcere. La speranza è che ci resti il più a lungo possibile. Ma, probabilmente e purtroppo, così non sarà.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X